ENOTECA OSTERIA PANE VINO E SAN DANIELE PIAZZA MATTEI 16, 00186 ROMA

enoteca pane vino san daniele
 

Recensione a cura di Pandizenzero

Era una calda sera d’estate, il mio collega “capo” aveva deciso di farsi un aperitivo alle 20 (e già qui era stato deriso) incontrandosi a Largo Argentina (a questo punto è stato insultato). Capisco chi abbia uno scooter, ma chi come me  guida l’auto e le multe sul tergicristalli se le sogna la notte, dove cacchio ficca la macchina in centro? Allora Pandizenzero, saggia e simpatica (ma anche bella e bionda), mediante un messaggino istantaneo (e pure tecnologicamente all’avanguardia) comunica perentoriamente che LEI aveva deciso di vedersi al ghetto ebraico, senza peraltro accettare repliche (democratica).

LOCATION Il ghetto è una zona enogastronomica che dovrò approfondire, nel frattempo mi limito ad illustrarvi una piacevole enoteca osteria situata a P.zza Mattei (nel cuore del quartiere), che solo a fine pasto ho scoperto essere la “replica” di altri locali con lo stesso brand sparsi per tutta Italia.

Il locale è molto carino, ben arredato e dotato di coperti in numero considerevole, data la zona, e cosa importante per me, i tavoli sono ben distanziati.

CIBO Considerato l’orario, nè aperitivo nè cena, nè mare nè montagna, nè carne nè pesce, abbiamo deciso per una serie di affettati & formaggi. E con il termine “serie” riferito agli affettati ho voluto essere generosa, poichè servono soltanto del San Daniele, strano no?

Anche il formaggio era poco, in senso quantitativo, e pure qualitativo, poichè ci hanno portato 2 ricottine, 3  mozzarelle di bufala e qualche spicchio di formaggio poco stagionato, del genere primosale. Eravamo 5.

Il pane (in quantità modeste) era buono, ma niente di che, sebbene ci sia da dire che il pane veramente gustoso a Roma si trovi con difficoltà, sia nei forni sia, soprattutto, nei locali di ristorazione.

A fine pasto abbiamo voluto assaggiare i dolci, direi molto buoni, a partire dalla mia crostata ricotta e visciole.

BEVANDE Io ho voluto ordinare un calice di Refosco, apprezzabile, mentre i commensali si sono scolati una bottiglia di prosecco, che a me non piace, non riesco davvero a gustare una bevanda secca che frizzi.

SERVIZIO Molto cordiale il titolare e gentile, nonchè disponibile, il cameriere.

PREZZO La nota dolente. Si perchè, ricapitolando, per un tagliere di San Daniele (dalle foto credo si possa apprezzare la misera quantità), qualche fettina  di formaggio ed un boccone di mozzarella, una fettina di torta ed un calice di vino 25 € mi sembrano troppi.

Dal menù non si evincevano prezzi così alti, anzi, però questo è quanto abbiamo pagato.

Probabilmente ci tornerò in inverno, quando potrò gustare le numerose varietà di  zuppe ed i tortini che pare siano molto molto interessanti. Diamogli un’altra possibilità va.

VOTO 6 peccato perchè le potenzialità ci sono.

One Response to ENOTECA OSTERIA PANE VINO E SAN DANIELE PIAZZA MATTEI 16, 00186 ROMA

  1. […] Nota decisamente dolce, almeno per chi è abituato ai prezzi di Roma (tipo 25 Euro a coccia per un tagliere di salumi). Lo stinco di Allosauro (con il quale abbiamo mangiato in due ma giusto perché eravamo […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>