FAGOTTINI VIOLA RADICCHIO VERZA E GORGONZOLA

fagottini viola radicchio verza gorgonzola1
 

RICETTA ideata prodotta elargita da mamma KEBOB, riportata da PANDIZENZERO

Ed eccola che colpisce ancora, spietata come Terminator, crudele come la strega di Biancaneve e sprezzante del pericolo come Lara Croft.

Una delle casalinghe più temibili e pericolose, tanto da far impallidire la signora Franca di Voghera. La vera causa della disfonia di Anna Moroni, si narra infatti che in principio la famosa cuoca amica di Antonellina avesse una voce calda, elegante, che cantasse come Mina e parlasse come Lady D, poi mamma KeBob l'ha incontrata al mercato di Testaccio e senza dire niente, semplicemente con uno sguardo, improvvisamente le corde vocali della Moroni si siano contratte dall'imbarazzo, conscie della loro inferiorità di fronte a cotanta competenza e maestosità.

Da allora la signora dei padelli cinguetta con voce stridula provocando decine di migliaia di mal di pancia e centinaia di varicelle, al netto delle sue ottime capacità culinarie, ovvio.

Insomma, come avrete capito questa ricetta è nata da un'idea della nostra genitrice di KeBob, che tanto si impegnò nel fare lui, quanto si prodiga in cucina, con piatti più o meno tradizionali, come questi fagottini viola con radiccio verza e gorgonzola, rielaborazione creativa delle scurpelle abruzzesi, mitico piatto più volte proposto in questo blog sotto varie spoglie.

 

Ingredienti per 15 fagottini

per l'impasto

  • 4 uova intere
  • 4 cucchiai pieni di farina
  • acqua q.b.
  • sale q.b.

per il ripieno

  • 400 gr di verza viola
  • 250 gr di gorgonzola
  • 100 gr di noci
  • 1 cipollotto
  • 250 gr di panna liquida
  • 3 cucchiai rasi di pangrattato
  • qualche filo di erba cipollina per decorare

Per preparare i fagottini potete seguire il procedimento qui, dove un tutorial vi spiega dettagliatamente come preparare questa prelibatezza abruzzese molto versatile. All'impasto base dovrete aggiungere le rape lessate e passate al mixer.

Per il ripieno, in una padella antiaderente stufate la verza con il cipollotto ed un po' di sale, quindi quando sarà cotta amalgamatela con il gorgonzola, la panna liquida ed il pangrattato. Lasciate da parte un po' di verza e parte della  panna per la presentazione del piatto, quindi all'impasto del ripieno unite le noci tritate (non frullatele) e componete i fagottini.

Per la presentazione del piatto frullate bene la verza e la panna liquida (aggiungete un goccio di latte) e create una crema su cui deporre il fagottino da servire.

Questo piatto è molto indicato come antipasto, da servire freddo, ma sarebbe perfetto come primo, passando al forno i fagottini per una decina di minuti e servendo caldi.

 

Con questa ricetta partecipo al contest Color Food del blog Fiordirosmarino di Donatella (che spero un giorno potrà smettere di odiarmi), nella categoria viola.

4 Responses to FAGOTTINI VIOLA RADICCHIO VERZA E GORGONZOLA

  1. keb0b scrive:

    Freddo no dai…tiepido sì, freddo no….non che sia cattivo, anzi, ma una scaldata gli va data….

  2. m. K : Grazie per i tuoi apprezzamenti, che come al solito, mi fanno crescere nella mia autostima che in certi momenti si annulla! Voglio solo aggiungere al tuo commento che, con gli stessi ingredienti, si possono confezionare dei cannelloni, che verranno infornati (per 15 minuti) e irrorati con la crema viola di presentazione dei fagottini.    Il risultato: …..tutto il resto è…….noia!!! …..come affermava qualcuno di nostra conoscenza!!!
    p.K: sempre più brave, coinvolte, impegnate, motivate…..sta diventando una passione? ! ? Crescete sempre di più, guadagnate terreno, per cui Chiara Maci deve guardarsi le spalle e Simone Ruggiati è già superato!

  3. pandiz3nzero scrive:

    Vorrei soltanto dire che i commenti qui sopra non provengono da soggetti che utilizzano droghe. giuro.

  4. Donatella scrive:

    oh no…perchè mai dovrei odiarti? 
    I tuoi post mi divertono e le tue ricette sono bellissime. Che colori in questo piatto!
    Grazie mille cara :))

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>