FOCUS – VARIANTI LIGHT, TOCCASANA O ABOMINIO?

insalata
 

A CURA DI CHEZ SBARDE’

E vabbè, noi michetti siamo una manica di cacacazzi. E non ce sta mai bene niente. E stamo sempre a criticà. E se un locale è troppo trendy lo bolliamo subito come ‘da evitare’.  E se una cosa va de moda la schifiamo apprescindere.

Su una cosa però c’avemo ragione: l’ossessione di rendere ‘light’ qualsiasi pietanza nota per il contenuto glicemico e/o lipidico, ha rotto le palle. E’ una cosa amorale, contro natura e francamente fa pure un po’ senso.

Dice: Stai a fa la solita sceneggiata napoletana. Io non ho nulla contro le rivisitazioni light dei piatti tradizionali. Almeno finché non pretendono di sposarsi o adottare figli. Le versioni light sono buone uguali e hanno meno grassi.
Buone uguali un par de palle!

Hai mai mangiato la parmigiana fatta con le melanzane grigliate? E’ secca e le melanzane so’ dure. Hai mai mangiato il ‘tiramisù light’, senza mascarpone né uova? Fa schifo ai vermi. La crema pare la panna della Coppa Bianca del discount.

Il top di gamma sono i bignè di San Giuseppe cotti al forno (no fritti). Perché, poi? Perché sono ‘più leggeri’. A parte che ce fanno pagà 1 euro e 80 un comunissimo bignè alla crema che normalmente costerebbe un euro. Ma poi, le calorie, oltre che nella frittura, non staranno soprattutto nei due etti di crema pasticcera drento al bignè? Quante calorie si risparmiano con la cottura in forno, 20?  

Dice: Ti faccio ricredere io. Vieni da me che ti faccio la carbonara di zucchine.
– Vabbè, è una carbonara con l’aggiunta di zucchine. L’ha già enucleata Kebob nel post sulla cucurbita pepo
Dice: No, le zucchine le metto al posto del guanciale, così viè più leggera. Eppoi non uso tutto l’uovo ma solo le chiare. E al posto del pecorino ci metto il pangratt…

WHACK, WHACK, WHACK.

Dice: AHIOOOOOOO. ‘A CINTA NO, ‘A CINTA NOOOOO! AIUTOOOOO!
– ‘A cinta sì. Te devo frustà.
Guardia: Cosa sta facendo? E’ impazzito? La smetta subito!
– Me voleva fa magnà la carbonara light. Cor pangrattato.
Guardia: Continui pure. Glielo tengo fermo io. E anzi, si senta libero di utilizzare il mio taser.

Ok, magari il pangrattato al posto del pecorino me lo so’ appena inventato. Ma il resto è storia vera

Che poi, sia chiaro. Non abbiamo nulla contro la cucina light. Il petto di pollo alla griglia con l’insalatina è ottimo. La pasta alla checca è da paura. L’insalata greca spacca. Ma sono piatti che in natura nascono così. Non sono stati contaminati dalla mano dell’uomo che giuoca a fare Dio. 

Quindi, se un piatto è particolarmente calorico, basta evitarlo. O perlomeno razionarlo.

Me lo mangio due volte l’anno e me lo godo. Che tanto la storia del ‘è buono uguale’ è solo un’incommensurabile presa per il culo.  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>