ROADHOUSE GRILL

Roadhouse termini
 

Roadhouse termini

RECENSIONE A CURA DI CHEZSBARDE'

Ho scoperto questo locale per caso, guidato dal desiderio di rivalsa. Sì perché ‘na sera noi michetti avevamo voglia di hamburger ma non ce andava de pijalli al Mc o da Burger King (perché non te li portano a casa) e li abbiamo ordinati in una steak house (tale ‘Biff’) sull’Ostiense. Peccato però che tali hamburger si siano rivelati una solenne merda.   

Tant’è che ero rimasto con l’amaro in bocca, perché sono un grande estimatore della polpetta di manzo simbolo della ‘Mmerica.

Dice: Provassimo a andà al Roadhouse Grill? Lì gli hamburger dice che so’ buoni, grandi e piacevolmente sezzi, come si conviene.

– E se a Fido e Ska – noti bocche de fregna – non je vanno?

Dice: Ce stanno le BBQ ribs o la bistecchina o il pulastèr. Oppure non li inviti e fai prima. Avere interazioni sociali è sopravvalutato. 

Roadhouse termini ingresso

LOCALE. Il Roadhouse Grill è un Franchising con decine di punti vendita in Italia. A Roma ce ne stanno tipo 3 o 4. Il più vicino a me è quello della Stazione Termini, io lì vado. L’interno del locale è sobrio: tavolinetti essenziali, tovagliette di carta e secchiello con noccioline al tavolo (da mangiare o da tirare in segno di scherno allo zimbello della comitiva). Così mentre aspetti ciancichi. L’esterno invece conta un vasto assortimento di barboni, tossici, marchette, travelloni, turisti imbriachi mozzi  e predicatori di Scientology. Stazione Termini è così: o la odi o la ami. Io la odio.

Roadhouse 1

CUCINA. Solo ciccia! Niente pesce, manco in fotografia. Solo ed esclusivamente ciccia, peraltro bòna e cotta come dio comanda.

Il reparto grill è fornitissimo. Entrecote, tagliate, filetto e T-Bone ovviamente non mancano. Il pollo compare in diverse declinazioni: nei panini, alla griglia o fritto. Persino l’agnello fa una comparsata. Se uno vuole fare l’alternativo può buttarsi sullo Spiedone, sulle savecicce in vari formati o sulla Picanha di manzo.

Gli hamburger sono belli grossi, sugosi e a cottura media. Poche le varianti ma di sicuro gusto: doppio cheese con formaggio svizzero, cheese con bacon o maxi hamburger da mezzo chilo. Solo i classici, insomma. Niente puttanate italianeggianti o hamburger gourmet che mo’ vanno tanto di moda (mavaffanculo!).  

Road house 2

Un altro punto di forza sono le iconiche, nonché migliori in campo, BBQ ribs che sporcano le mano ma saziano il palato, titillando lo spirito. La domenica le servono formula all you can eat e la probabilità di uscire dal locale dentro un sacco de plastica non sono remote. Sarà un caso che ci andiamo sempre di domenica?

Il premio speciale della Giuria (degli scrondi) va agli onion rings, veramente abbondati e buonissimi. Se non ve dovete bacià co’ nessuno (o se ve dovete bacià co’ qualcuno che non ha il senso dell’olfatto), sono una scelta obbligata.

DESSERT. Il locale ne offre una decina, chiaramente industriali o semi artigianali. Ergo nessuno spicca ma sono tutti ragionevolmente accettabili. Per chiudere una serata a base di proteine vanno più che bene, dai.

Roadhouse 0

SERVIZIO.  Il Roadhouse Grill di Stazione Termini serve principalmente gente che aspettano il treno e probabilmente hanno poco tempo per mangiare. Il servizio è rapido, puntuale come un orologio e cortese come si conviene. 10 e lode.

PREZZI. Né alti né bassi. Dipende da ciò che uno si aspetta. La ciccia costicchia, soprattutto quando è buonina. Non è la Steak House più economica nella quale sia mai stato ma di certo costa molto meno di bisteccherie (incomprensibilmente) blasonate che se la sentono calda e ti fanno pagare uno sproposito. Diciamo che se prendi un Hamburger te la cavi co’ 15 euro. 20 se prendi le Ribs. 25-30 se prendi le bistecche.

        VOTO: 8

SITO web: http://www.roadhousegrill.it/

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>