Tag Archives: cioccolato

(QUASI) BROWNIES SPEZIATI

quasi brownies3

in cucina c'è PANDIZENZERO

quasi brownies

Questa è una ricetta matta, piena di cose matte.

Innanzitutto è una ricetta di riciclo, doppio, perchè se vi avanzano 1) gli albumi, ecco a voi un consiglio su come utilizzarli (dopo la ricetta salata, ve ne fornisco anche una – golosissima- dolce, facciamo dolcissima), 2) il cioccolato, fottutissimo cioccolato dell'uovo di Pasqua, diciamocelo una specie di maledizione. E pensare che ad un'amica ne hanno regalate 15 di uova, roba da farsi ricoverare. Poi, ho sperimentato l'utilizzo di due spezie assieme, rosmarino e zenzero, che difficilmente vengono abbinate e che invece, specie se associate al cioccolato, danno il meglio di loro.

Et voilà, ecco a voi dei brownies che brownies non sono, ma il gusto è pazzesco, try this at home!

Ingredienti

  • 200 gr di cioccolato al latte
  • 150 gr di albumi
  • rosmarino q.b.
  • zenzero fresco q.b.

Fate sciogliere al microonde (o a bagno maria) il cioccolato, quindi aggiungete gli albumi montati a neve, amalgamando delicatamente, quindi inserite il rosmarino in piccoli pezzi e lo zenzero grattugiato.

Versate il composto in una teglia foderata di carta forno e cuocete per circa 20 minuti a 180°C.

Sfornate, lasciate raffreddare e mangiate!

 

quasi brownies2

 

quasi brownies3

Io non ve lo volevo dire, per il rischio di istigazione al consumo di cibo, ma la ricetta è velocissima, nonchè abbastanza leggera.

Non esagerate, ho detto abbastanza……

TORTA LEGGERA DI SEMOLA COCCO & CIOCCOLATO

torta semola cioccococco3

ricetta LEGGERMENTE OFFERTA da pandizenzero

 

torta semola cioccococco

Arriva un momento in cui ti fermi a riflettere, spegni la tv e abbassi le luci, un momento in cui è necessario arrestare il flusso dei pensieri e distendere i muscoli, raccogliere le idee e con determinazione prendere una decisione ferma, forte, da portare avanti con convinzione estrema. Allora richiami attorno a te le persone che ami, con un sorriso timido le tieni vicino. Ed ecco che prendi fiato, ammucchi tutto il coraggio che hai e dai forza alle parole: "ok, sono a dieta".

Poi il buio.

E ci risiamo, porco mondo. Io mi auguro ogni mattina di svegliarmi con una qualche fottuta mutazione genetica che mi conceda di mangiare quello che voglio senza mettere su un grammo, e invece nulla, mi alzo sempre uguale. Che poi, mica pretendo di abboffarmi con 3-4 portate per pasto, che mi frega, vorrei però che se mi venisse voglia di un pezzo di pizza alle 5 del pomeriggio, non sussisterebbe il problema, ma allegramente potrei recarmi in pizzeria, semplicemente indicare un trancio, farmelo incartare e mangiarlo, con serenità e voglia di vivere.

E invece no, tocca correre sul tapis per un paio d'ore, altrimenti lo yogurt (magro e senza frutta) si piazza tutto sui fianchi (lo stronzo).

Ma tant'è, le feste ed un po' di pigrizia mi hanno ristretto i pantaloni e quindi dieta e palestra fino alla prova costume. E siccome il primo approccio della giornata è quello con la colazione, tanto vale renderla gustosa (e facciamola finita con queste stronze che negli spot saltellano in vestitini trasparenti millantando appetitosissime colazioni a base di chilate di cereali, il corn flakes fa schifo, senza se e senza ma, con la frutta secca e con le noccioline, ma anche con la carbonara, sarebbe appetibile come una manciata di chiodi, non vogliamo essere prese in giro, siamo donne volubili e tendenti al culone, non ci meritiamo tutto questo).

E la ricetta di oggi è quella di una torta al cioccolato, con il cocco e soprattutto senza burro, nè uova. Ovviamente la consistenza sarà meno morbida di una torta "con", ma il gusto non verrà compromesso e soprattutto sarà perfetta per partire con il piede giusto.

 

Ingredienti per 2 stampi da plumcake di 20 cm:

  • 2 bicchieri di farina di semola
  • 1 bicchiere di farina di cocco
  • 1 bicchiere e 1/2 di latte
  • 80 gr di zucchero
  • cioccolato in tavolette
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci

In una terrina mescolate la farina di semola con in latte, quindi aggiungete la farina di cocco e lo zucchero. Amalgamate bene ed infine inserite il cioccolato passato al microonde (o sciolto a bagnomaria), quindi il lievito.

La quantità di cioccolato ed il tipo sono a piacimento, io ho utilizzato qualche tavoletta che la befana mi aveva malignamente recapitato, sia fondente, che al latte con nocciole.

Una volta ottenuto un impasto omogeneo versatelo negli stampi imburrati ed infornateli a 170° per circa 30 minuti.

Terminata la cottura, sfornate e lasciate raffreddare, prima di servire cospargete con zucchero a velo e farina di cocco.

torta semola cioccococco1

 

torta semola cioccococco2

torta semola cioccococco3

torta semola cioccococco5

Ottima da inzuppare nel latte, nel tè, ma anche nel vinsanto, nella spremuta di arancia, nel brodo di pollo, insomma dove vi pare. Ma inzuppate, altrimenti vi perdete la metà del gusto!

Buona buonissima (e leggera!).

 

Buona domenica (e -6)

TOPOLINI NOCCIOLATI

toponocciola1

RICETTA offerta da PANDIZENZERO reloaded

 

Ci hanno provato con gli esami, poi con il lavoro, quindi con la ristrutturazione di casa, ancora con il trasloco ed infine con la convivenza, ma non ci sono riusciti, non mi hanno sconfitta, anzi, sono tornata con una gran voglia di cucinare, ed anche una gran fame.

Per inaugurare questa nuova stagione mi butto sul divertente contest di Rigoni di Asiago che stavolta ha voluto esagerare mettendoci alla prova con il prodotto più fico mai inventato: la Nocciolata.

Poi discuteremo di quanto possa essere ingiusto dover utilizzare questa crema alla nocciola per preparare ricette, piuttosto che mangiarla a cucchiaiate, ma prima pensiamo ai bambini.

E per i bimbi ho voluto creare una merenda buffa ed al contempo golosissima, ovvero dei deliziosi topolini da mangiare senza cottura, in un sol boccone.
Preparatene tanti, che state tranquilli non resteranno inmangiati.

Ingredienti (per 5 topini):

  • 2 cucchiai di Nocciolata Rigoni di Asiago
  • 1 cucchiaio di panna acida
  • biscotti secchi q.b.

per decorare

  • mandorle pelate
  • cacao amaro in polvere
  • palline di zucchero colorate (io ho scelto le bianche)
  • palline argentate

In una terrina amalgamare la Nocciolata con la panna acida ed i biscotti precedentemente ridotti in briciole. Formare un composto omogeneo e lasciarlo a solidificare in frigo per qualche ora.

Formare delle palline di impasto, passarle nel cacao (per maneggiarle meglio) ed allungarle da un lato a creare il musetto del topo, quindi decorare con le mandorle che formeranno le orecchiette, le palline argentate che diverranno il nasino ed infine con quelle bianche a simulare gli occhietti.

Tenere in frigo prima di servire.

Gnam!

Credetemi, comunque vada sarà un successo!

PAVLOVA INVERNALE ALLA JAMIE OLIVER

pavlova

RICETTA a cura della FALANGE SANNITA

 

Diciamolo, Jamie Oliver ci sta simpatico e ci fa anche un po’ tenerezza per lo sforzo di educazione alimentare che predica nelle città più obese degli States…Dopo questa ricettina semplice semplice, lo adoriamo! 

Mettiamoci subito all’opera! 

ENJOY!

 

 

INGREDIENTI:

 

  • 1 base di meringa o tante piccole meringhette
  • 200 ml di panna fresca
  • 2 pere
  • 80 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di nocciole tostate e tritate
  • 30 gr di zucchero a velo vanigliato
  • 30 gr di zucchero di canna
  • zest di un’arancia non trattata

 

PROCEDIMENTO:

 

Sbucciamo le pere, tagliamole a fettine abbastanza sottili e mettiamole a caramellare con lo zucchero di canna in una padella a fiamma vivace. Quando sono cotte ma ancora abbastanza sode, spegniamo la fiamma e lasciamole raffreddare. Tritiamo il cioccolato, facciamolo fondere a bagnomaria o nel microonde con 20 ml di panna e facciamo raffreddare anche questo. Intanto, prendiamo la restante panna, ben fredda, e montiamola con lo zucchero a velo finché non diventa molto compatta. A questo punto possiamo iniziare a comporre la torta! Circondiamo la base di meringa con un anello di pellicola d’alluminio, che servirà a non far sbavare ovunque la farcitura, e ricopriamola con la panna montata. Disponiamo le fettine di pera e le nocciole tostate sulla panna e irroriamo con la salsa al cioccolato. Completiamo con una grattatina di scorza d’arancia e mettiamo a rassodare in frigo. Quando la torta si è compattata, eliminiamo l’anello di stagnola e serviamola per la gioia degli occhi e del palato!