Tag Archives: colazione

BBB ovvero BANANA AND BLUEBERRY BREAD

banana and blueberry bread4corta

 

banana and blueberry bread4

La proposta di oggi è un banana bread alternativo, in cui la protagonista del celebre plumcake si associa al delizioso sapore dei mirtilli, per me letteralmente irresistibile. I frutti di bosco, sottoforma di succo, macedonia, gelato, per me rappresentano una tentazione continua, vuoi per il colore, vuoi per il mix di sapori, fatto sta che non riesco a restistergli. L'associazione tra la dolcezza della banana ed il loro gusto aspro fa di questo dolce una meravigliosa scoperta.

Questa ricetta, della cara Martha Stewart, era in origine per muffin, ma io ho preferito convertirla in bread perchè più adatta ad una colazione, ma chiaramente potete disporre l'impasto nei pirottini, o volendo anche in una teglia rotonda.

Le dosi sono già state da me convertite nel nostro sistema di misura.

Ingredienti

150 gr di farina di grano tenero per dolci

150 gr di farina integrale

1 cucchiaino di lievito

1/2 cucchiaino di sale

75 gr di burro

50 gr di zucchero di canna

50 gr di zucchero semolato

2 uova intere

80 ml di latte

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 banana

200 gr di mirtilli (io surgelati)

 

Preriscaldare il forno a circa 180° C.

In un'ampia terrina sbattere il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, quindi aggiungere le uova una alla volta fino al completo assorbimento.

In una terrina più piccola mescolare la farina al lievito con il sale.

A parte con una forchetta schiacciare la banana ed aggiungerla al latte con l'essenza di vaniglia.

A questo punto aggiungere il composto in polvere ed il latte con banana e vaniglia al composto di burro e uova, alternandoli. Cominciare con la farina e terminare con la stessa, ottenendo un amalgama omogeneo. Inserire, infine, i mirtilli e disporre il tutto in uno stampo da plum cake già imburrato, quindi infornare.

Sfornare e lasciare raffreddare, cospargere di zucchero a velo e servire.

banana and blueberry bread2

banana and blueberry bread3

 

 

 

 

BISCOTTI VEGAN CON CACAO E CRUSCA

biscotti vegan cacao crusca4

in cucina c'è PANDIZENZERO

biscotti vegan cacao crusca5

Mi sto appassionando alla ricerca di ricette cosiddette "light", un po' per l'eterna ricerca di una perfetta forma fisica e voglio cogliere l'occasione per ribadire come la salute passi non solo attraverso una corretta alimentazione, ma anche attraverso lo svolgimento di una regolare attività fisica, un po' per curiosità.

Recentemente ho scoperto molti siti dove vengono proposte interessanti ricette dolci e salate dove nonostante manchino ingredienti importanti come il burro o le uova, il gusto non viene meno, anzi!

Ovviamente resto fermamente convinta del fatto che per cucinare un'ottima parmigiana di melanzane sia fondamentale friggere le stesse, così come la versione classica delle lasagne abbia bisogno di molta mozzarella e di un ragù bello pregno per poter essere definite tali, ma ricercare, scoprire e provare nuove ricette è per me molto divertente.

Per oggi ho scelto una ricetta di biscotti perfetti per una colazione gustosa, nutriente e salutare, ma io ho ne sgranocchiato qualcuno anche a merenda, perchè ogni momento è buono….

La ricetta è tratta da qui http://www.greenme.it/mangiare/vegetariano-a-vegano/12780-biscotti-vegan-ricette

Ingredienti per circa 12 biscotti

  • 100 gr di crusca
  • 100 gr di farina di grano integrale
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai di acqua
  • 70 gr di zucchero moscovado
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato

Fate scaldare l'olio evo in un pentolino ed aggiungete la crusca ridotta in farina, fate in modo che i due ingredienti si amalgamino bene e spegnete.

In una terrina versate la farina, lo zucchero, il cacao, il sale ed infine il bicarbonato, quindi inserite l'acqua ed il composto di olio e crusca, omogeneizzando bene il tutto.

Lasciate riposare l'impasto per circa 15 minuti quindi con le mani leggermente umide staccate dall'impasto delle palline ed appiattitele su della carta forno che avrete precedentemente disposto su di una teglia. Cuocete in forno a circa 180°C per 15 minuti.

biscotti vegan cacao crusca1

biscotti vegan cacao crusca

biscotti vegan cacao crusca4

TORTA MORBIDISSIMA COCCO & LIME

torta lime e cocco3

In cucina c'è PANDIZENZERO

torta lime e cocco4

Sì, buoni i fiocchi di mais, buoni i riccioli di crusca alla prugna, gustoso lo yogurt bianco con una spolverata di cannella, e anche i biscotti ai duecento cereali che specialità! Però ad un certo punto uno vorrebbe anche riprendersi lo status di essere umano, con tendenza al piacere di mangiare, e quindi vai con la ricerca spasmodica di una torta.

Escludiamo la crostata perchè la marmellata sarebbe davvero troppo, niente cioccolato/cacao che pare brutto, e giuro che non ha niente a che fare con il razzismo, di creme neanche a parlarne, sicchè cosa rimane? Ma la torta!

Per migliorare il coefficiente "morbidezza" ho deciso di optare unicamente per la farina manitoba ed in rete ho trovato questa ricetta, nata per dei muffin, ma che ho riadattato ad una versione più "allargata" da cuocere in teglia, e non ho fallito.

Ingredienti

  • 250 gr di farina manitoba
  • 75 gr di burro
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 2 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 100 gr di latte
  • 1 pizzico di sale
  • il succo e la buccia grattugiata di 1 lime
  • 3 cucchiai di farina di cocco
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, quindi aggiungere il burro fuso (io l'ho passato 40 sec al microonde) ed il sale. Sempre continuando a mescolare, inserire la farina, il latte, la buccia ed il succo di lime, la farina di cocco ed in ultimo lievito e bicarbonato. Dopo aver amalgamato bene, versare in una teglia ed infornare a 180°C in forno già caldo per circa 20 minuti.

Sfornare, far raffreddare e spolverare con zucchero a velo.

Ed ecco il dolce più leggero e morbido che abbia mai assaggiato, perfetto per una merendina, o per uno strappo alla regola se la dieta tristemente incombe.

torta lime e cocco2

 

torta lime e cocco3

CIAMBELLA AI 3 AGRUMI

ciambella agli agrumi1

 in cucina c'è PANDIZENZERO

  ciambella agli agrumi1

Soffro di una strana ed alquanto curiosa patologia, una sorta di ossessione che mi conduce, dopo cena, ad abusare del mio povero ipad alla ricerca di ricette. Dolci, salate, antipasti, secondi, contorni, primi, qualsiasi cosa sia per me nuova attira la mia attenzione e mi ficco in link dentro link dentro link, che un giorno o l'altro mi ritrovo col bianconiglio. E ne esco distrutta, come avessi veramente remato per giorni in mare aperto soffermandomi qua e là su qualche isolotto pescando e raccogliendo frutti esotici. 

Questa volta ho adocchiato un delizioso ciambellone su blog (carinissimo) Paneburroealici ed ho deciso di tentare l'esperimento, perchè per me il ciambellone resta un enorme mistero. Sono anni che ne vedo di sempre più morbidi e alti, marmorizzati e non, ma sempre profumatissimi e molto molto buoni, senza però essere mai riuscita a riprodurne di decenti, ed ho sempre vissuto questo mio handicap con molto disagio. Possibile non riesca a fare ciambellone? Sicchè ho "rubato" la ricetta dal suddetto sito e, con qualche modifica, l'ho fatta mia, con ottimi risultati (anche se non ci siamo ancora).

Ingredienti:

  • 450 gr di farina 00
  • 3 uova intere
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 100 gr di olio di semi di mais
  • 125 gr di yogurt al limone
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la buccia di 1 limone di Amalfi grattugiata
  • la buccia di 1 lime grattugiata
  • il succo di 1 mandarino
  • il succo di 1 lime
  • gherigli di noci q.b.

Sbattere le uova intere con lo zucchero per almeno 10 minuti, fino ad ottenere un composto molto spumoso. Inserire, quindi, la buccia di limone e lime, l'olio e lo yogurt (poco alla volta) sempre continuando ad amalgamare, aggiungere poi i succhi, infine la farina ed il lievito.

Imburrare una teglia e deporvi il composto, quindi cospargere con zucchero semolato e noci.

Infornare in forno ben caldo per almeno 40 minuti a 170° C.

Testare con lo stecchino la cottura della ciambella, quindi estrarla dal forno e servire tiepida. Il profumo di questa torta sarà inebriante, anche dopo alcuni giorni!

Io ho omesso il liquore ed ho sostituito l'arancia con il lime, inserendo anche il mandarino, a mio avviso aromatizzando maggiormente la ciambella.

ciambella agli agrumi

ciambella agli agrumi2

ciambella agli agrumi3

Buon week end!

CRACKERS DOLCI AL CACAO

crackers dolci

RICETTA preparata con tanto amore da PANDIZENZERO per PANDIZENZERO

Trotterellando per il web sono inciampata in un delizioso foodblog, ovvero L'aroma del caffè, dove la home page era tempestata da una cifra di cuori. Ora, siccome qualsiasi cosa abbia una forma seppur reconditamente cardiaca mi attrae (e non è deformazione professionale, giuro), a prescindere dal periodo dell'anno, mi sono bloccata e ho letto che la Ilaria sta organizzando un contest molto molto carino.

Bene, mi sono detta, con che ricetta potrei partecipare? E pensandoci un po' non ho potuto fare altro che scegliere i crackers dolci al cacao che mi mandano letteralmente ai matti. Si, io, me, pandizenzero, egoisticamente Federica. Questa ricetta è dedicata a me.

A me che amo la colazione, con i dolci, le fette biscottate, le marmellate ed i pancakes, con il tè rigorosamente al bergamotto e ogni tanto un cucchiaino di Nutella.

Questi crackers sono la versione dolce dei simpatici snack che dagli anni '80 ci accompagnano nelle pause di lavoro, a ricreazione, in macchina, e siccome ultimamente sono stati demonizzati appresso a tutti gli altri carboidrati, ho pensato che prepararne qualcuno in casa con gli ingredienti giusti e senza grassi saturi potesse riavvicinarli alla gente, un po' come i politici.

Ingredienti:

  • 300 gr di farina 00
  • 100 ml di acqua
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 5 gr di lievito in polvere per torte salate
  • 1 pizzico di sale
  • 100 gr di zuccheroa velo
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • zucchero semolato q.b.

Impastare la farina con il lievito, l’acqua, l’olio evo, lo zucchero a velo, il cacao ed infine il sale all’interno di un’ampia bacinella. Quando avrete ottenuto un composto liscio e compatto formate una palla e fatelo riposare  un’oretta in un luogo tiepido.

Quindi riprendetelo, tagliate il panetto a "fette" e stendetele a formare una sfoglia molto sottile, aiutandovi eventualmente con la macchinetta per la pasta.

Formate delle strisce e con una rondella tagliate la pasta formando dei rettangoli o dei quadrati (ma anche qualsiasi forma preferiate), dopodichè spolverate con lo zucchero semolato  ed infornate a 180° C per qualche minuto.

Potreste anche omettere lo zucchero semolato, qualora preferiste l'amaro del cacao che bene si sposerebbe con marmellate particolarmente dolci come quella di ciliegie, di albicocche o fragole. Nel caso in cui invece li preferiate dolci, come me, abbinateli con marmellate di arance, prugne, o della ricotta.

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Ilaria del blog L'aroma del caffè: La cucina del cuore.

 

MUFFIN LEGGERI ALLA MELAGRANA

dscn1980

RICETTA sempreleggermente OFFERTA DA PANDIZENZERO

 

 

In principio erano biscotti.

Così dovrebbe cominciare il libro della Genesi dei muffin alla melagrana, perchè nella mia testolina c’era l’idea di preparare qualcosa per la mia colazione di donnaddieta. Son finiti i bei tempi dei pancakes cari miei, c’è crisi e tocca mangiare gli oro saiwa, o peggio, 3 fette biscottate senza marmellata da inzuppare nel te bollente senza zucchero, mentre cammini a piedi scalzi sulle viti. Poi dice che uno va a lavora’ incazzato.

Allora, per rendermi il buongiorno più sereno, non dico gioioso, ma almeno umano, ho deciso di preparare questa variante, del biscotto dicevamo. Tuttavia credo di aver sbagliato qualcosa, oppure la mia nuova planetaria ha deciso di sua sponte cosa preparare, sai, le nuove tecnologie.
Oltretutto immaginavo che, incorporando nell’impasto un frutto dal colore acceso, i muffin risultassero deliziosamente rosati, poi però ho visto che i chicchi cotti tendevano al violetto, beh – ho pensato- saranno lilla! Quanto mi piace questo colore….

E invece sono usciti marroni. Ho perso totalmente la gestione della mia cucina.

Ingredienti per 5 muffin:

  • 200 gr di farina 00
  • 3 cucchiai di olio d’oliva
  • 3 cucchiai di Stevia Misura
  • 2 uova piccole
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 chicchi di mezza melagrana

Prima di tutto, in un pentolino con un bicchiere d’acqua mettete a bollire i chicchi di melagrana. Quando saranno morbidi scolateli e frullateli con un mixer, quindi setacciate il composto ottenuto.

Nel cestello di un’impastatrice mettete la farina ed il lievito, quindi aggiungete le uova, l’olio e lo Stevia ed amalgamate il tutto ad una velocità intermedia, poco prima di spegnere la macchina incorporate i chicchi precedentemente frullati.

Imburrate degli stampini e versatevi il composto ottenuto.

Infornate in forno precedentemente riscaldato a 180° C per circa 15 minuti.

 

 

Ora, siccome io ho fatto voto alla Santa protettrice delle nane col culone (San Gria Y Tapas), i muffin mi vanno bene così, ovvero con un gusto leggermente acidulo, non particolarmente dolci ma comunque nutrienti e gustosi.

Voi però che immagino siate tutti alti e magri, per una volta invece dello sfilatino con porchetta, a colazione mangiatevi un muffin, magari farcito con una marmellata, oppure ricoperto con un golosissimo topping, o Nutella, crema pasticcera, maionese, ragù, insomma quello che più vi piace.

 

Buona domenica!

 

PANCAKES DI KAMUT COCCO-BANANA

pancakes kamut cocco

RICETTA AMERICANAMENTE OFFERTA DA PANDIZENZERO

Ci sono cose a cui riesci a pensare solo di prima mattina, riflessioni importanti che si affacciano non appena gli occhi si dischiudono per accogliere un altro giorno, pensieri che impegnano la mente e serrano lo stomaco. Come ogni mattino, anche oggi mi sono chiesta “cosa mangio per colazione?”.

Per me il primo pasto della giornata è un must, guai a saltarlo, guai a sorseggiare un goccio d’acqua e mordere una mela, io a colazione DEVO MANGIARE CARBOIDRATI COMPLESSI. Poi per il resto della giornata posso anche farne a meno, ma appena sveglia ho necessità di pane/fette biscottate/marmellata/brioche/torta/biscotti ovviamente non tutti assieme che mi ricoverano. A volte strappo la regola e viro verso il salato, magari mi avvento (ho usato proprio il verbo giusto) su un pezzo di pizza o un tramezzino, tipo se per strada avverto l’odore del pane, ecco una panetteria per me è come Arcore per la Minetti.

Stamattina, in perfetto stile marzulliano mi son fatta una domanda e mi sono data una risposta: i pancakes! Con qualche variazione sul tema.

Ingredienti per 10 pancakes:

  • 1 uovo intero
  • 1 albume
  • 200 ml di latte (io ho usato 100 ml di latte fermentato e 100 ml di latte parzialmente scremato)
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di Stevia
  • 150 gr di farina di kamut
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 banana
  • 2 cucchiai di farina di cocco
  • burro (per imburrare il pentolino)

Il procedimento lo leggete qui, dove lo ha descritto il caro sbardè.

Le variazioni riguardano ovviamente alcuni ingredienti, la quantità degli stessi e l’aggiunta di una banana schiacciata con una forchetta e della farina di cocco nel composto finale, dopo aver incorporato l’albume per capirsi.

Io come guarnizione ho voluto utilizzare Mytopp al caramello della Toschi, considerato il sapore dei miei pancakes, tuttavia ci stava molto bene anche il cioccolato.

Ah, siccome sono malata ci ho provato lo sciroppo di amarena, eccovi spiegata la ciliegina finale….

Enjoy the day and don’t say cat if you don’t have it in the bag!