Tag Archives: cucina veloce

PATATE AL CARTOCCIO GUSTOSE

patate cartoccio

RICETTA libidinosamente offerta da PANDIZENZERO

Questa ricetta avrebbe potuto chiamarsi anche “patate gustose al cartoccio”, oppure “gustose patate al cartoccio” ma anche “patate cartoccio al gustose” e persino “cartoccio al gustose patate”, ma siccome siamo in Italia tocca adeguarsi alla lingua italiana e quindi cercare di esprimersi elaborando frasi di senso compiuto.

Io credo che la patata sia un alimento simpatico, è tondo, liscio, si può cucinare in mille modi diversi, dolci e salati, si può usare come contorno, come primo piatto se amalgamato alla farina, addirittura come dolce. Ma con la patata ci si può fare i pupazzetti, ficcando gli stuzzicadenti nella polpa per fare i capelli, con le bucce ci si lucida l’argenteria e si possono utilizzare anche come rimedio terapeutico per gli arrossamenti degli occhi. Oh addirittura mi hanno detto che con la patata i maschi ci si divertono un casino, dice ci giocano. Boh.

Ma nonostante tutte queste belle cose che ci si possono fare, noi femmine siamo restie alla patata, la si utilizza poco, si guarda con antipatia, se ne comprano 6 o 7 dal fruttivendolo e si lasciano ne cestello sul terrazzo dimenticandosene, o facendo finta. E loro si vendicano, perchè niente è più devastante di una patata che marcisce, neanche ottocentomila topi morti per intossicazione da gorgonzola.

Ma torniamo a noi, che oggi abbiamo preparato un piatto unico niente male. Se avete fretta, ma anche fame, se avete freddo ma anche mal di testa, se i vostri bambini strillano come aquile e vostro marito vi ha appena chiesto il divorzio prendete le chiavi della macchina e scappate.

Ingredienti per 2 cartocci di patate:

  • 500 gr di patate tonde (io ho usato quelle precedentemente sbollentate del banco frigo)
  • 50 gr di prosciutto cotto
  • provola affumicata q.b.
  • aglio in polvere
  • rosmarino q.b.
  • salvia q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

E’ facile eh, seguitemi. In una cocotte, una ceramica, un contenitore da forno insomma, adagiate la carta stagnola, e non lesinate sulle quantità considerato che la carta dovrà poi andare a formare un “sacchettino”, quindi depositate il prosciutto cotto foderando l’interno del contenitore.

In una terrina tagliate a spicchi le patate, conditele con sale, pepe, salvia e rosmarino, aggiungete l’aglio e mescolate per insaporire. Deponete le patate sul prosciutto cotto, quindi tagliate la provola a dadini o a sfoglie e depositatela sulla superficie. A questo punto chiudete il cartoccio ed infornate a 150° C per circa 20 minuti.

 

Che poi no, la patata è arrivata da noi solo alla fine del XVIII secolo, mi dite come abbiamo fatto prima senza patate? E senza cellulare? E senza cottonfioc? Beh si faceva uguale, ma da quando abbiamo queste cose, se prese con moderazione, si vive meglio,  specie se non vi pulite le orecchie con il cellulare e provate a preparare gli gnocchi con il cottonfioc.

Ah se volete un consiglio, le patate, ma anche la pasta che sono ricche di amido, consumateli freddi, hanno un indice glicemico minore.

E se volete sapere cos’è l’indice glicemico, digitatelo su google.

Buon week end!!!

CAPRESE AL CUCCHIAIO CON LENTICCHIE E BOTTARGA

caprese lenticchie bottarga

RICETTA OFFERTA DA PANDIZENZERO CON CALORE (E UMIDITA’)

Si lo so vi abbiamo mollato per qualche settimana, un reportage, qualche cazz…ehm chiacchiera su Gordon Ramsey, una micro recensione che sembra quasi un cancelletto, ma ci meritavamo le ferie o no? E’ una domanda retorica, la risposta DEVE essere si.

Che poi, ferie, diciamo qualche giorno lontano dalla città, al mare prima, in montagna poi, ma non pensiate a paesi esotici, palme e sabbie bianche, tocca lavorare se si vuole mangiare. Oppure andare al Grande Fratello.

Bando alle ciance, oggi propongo una ricetta molto semplice, di quelle veloci veloci dove c’è  da sporcarsi le mani solo per affettare un paio di cose, non si usa l’elettricità, il che fa bene alla salute ed al portafogli, non si accende il gas che è pericoloso soprattutto per i bambini, e pensa un po’ si sporca una sola stoviglia. Dimenticavo, la caprese di oggi è molto leggera, nonostante si abbinino due fonti proteiche diverse, ovvero i legumi ed un latticino, il contenuto in grassi è scarso e quello in carboidrati è molto basso.

Ingredienti per 1 persona (lo so è tristissimo, ma solo a me piace quest’insalatina…..):

  • 250 gr di lenticchie già cotte in lattina
  • 2 pomodori “cuore di bue”
  • 125 gr di mozzarella fiordilatte
  • 1 cipollotto fresco
  • bottarga di muggine in quantità indefinita
  • qualche foglia di basilico
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.

Prima di tutto aprite la lattina di lenticchie, senza tagliarvi che poi date la colpa a me, lo so.

Scolate bene il contenuto e deponete le leguminette in un piattino, quindi affettate il cipollotto fine, tagliate a dadini i pomodori e la mozzarella, conditeli con sale, olio e pepe e mescolate bene in una terrina. Aggiungete quindi le lenticchie, grattugiate sopra all’insalata un po’ di bottarga e decorate con qualche foglia di basilico.

E’ buona giuro!

TERRINA INTEGRALE DI ALICI IN SALSA PICCANTE PORRI & POMODORI SECCHI

dscn1169

RICETTA saporitamente offerta da PANDIZENZERO

E' un grandissimo piacere presentare questa nuova collaborazione, saporita, gustosa e molto versatile.

Ed ecco a voi le Alici in salsa piccante di Rizzoli.

La Rizzoli Emanuelli è nata a Torino nel 1906 dall'amore per il mare di Emilio Rizzoli, che ben presto elabora con il figlio la ricetta , ancora oggi segreta, della salsa piccante in cui cui le deliziose alici vengono immerse e conservate per arrivare alla nostra tavola buonissime e gustose.

Durante tutto il XX secolo, mentre si succedevano 5 generazioni di Rizzoli, l'azienda ha sviluppato molti prodotti, dal tonno, allo sgombro, alle sardine, sia confezionati in olio d'oliva di primissima qualità, sia freschi, da gustare subito, il tempo di aprire la confezione!

Sul sito potrete trovare l'ampia gamma di prodotti di questa grande azienda, qualche ricetta e i dettagli delle iniziative a cui la Rizzoli Emanuelli partecipa da qualche anno, una su tutte, il sostegno all'AIL. I nostri complimenti, per i prodotti e, soprattutto, per questo impegno.

La ricetta che ho scelto per queste alici è un tortino di pasta brisee integrale con porri, pomodori secchi e caciocavallo.

Gli Ingredienti per 4 tortine sono:

per la pasta brisee

  • 200 gr di farina integrale Molino Chiavazza
  • 100 gr di burro (freddo di frigo)
  • acqua fredda q.b.

per il ripieno

  • 2 confezioni di Alici in salsa piccante Rizzoli
  • 10 pomodori secchi
  • 1 porro
  • 200 gr di  caciocavallo fresco
  • qualche fogliolina di basilico

Preparate la brisee amalgamando la farina ed il burro, quindi aggiungete l'acqua a formate un composto omogeneo, create un panetto e riponetelo in frigo per un'oretta.

Trascorso il tempo necessario per far riposare l'impasto procedete con la stesura della pasta, quindi rivestite delle terrine con la brisee e sulla base deponete le alici, i porri tagliati a rondelle, il basilico, il formaggio tagliato a listarelle ed, infine, i pomodori secchi, anch'essi affettati.

Infornate per circa 15 minuti a 180° C, quando sentirete un profumo delizioso spegnete il forno, estraete le terrine e gustatele calde o tiepide. Fredde perdono un po' di appeal.

 

Buon Appetito e buone le Alici in salsa piccante!

 

CESTINI DI FARRO PATATE & CIPOLLE (brutti ma buoni)

dscn0697cr

RICETTA  poco esteticamente offerta da PANDIZENZERO

Siccome mi garba parecchio pasticciare, tanto che difficilmente acquisto rotoli di pasta già pronti, ho deciso di preparare una brise da riempire con qualcosa di sfizioso, ma fresco, magari creando un piatto veloce ed asportabile. Ma non asportabile come un dente del giudizio che fa male, quanto un alimento che possa essere consumato anche al di là di un tavolo apparecchiato, senza posate, tovaglioli, guarda che vi dico, non servono neanche due mani, ne basta una sola.

E così sono nati i cestini, si ma contenenti cosa? (non vale leggere il titolo!)

Avete presente quegli ingredienti che non pensereste mai di utilizzare come base per una ricetta? Quelli che hanno o un sapore molto forte o, al contrario, uno molto blando? Che magari se ne stanno lì nel frigo, da una parte, incapaci di socializzare con i colleghi più chic, con il limone che profuma, il formaggio che abbonda di personalità, il burro sempre protagonista, sicchè si deprimono, si disidratano e magari marciscono, insultati da tutti gli altri per l'olezzo spiacevole che emanano.

Ed ecco patate e cipolle, due alimenti che a me piacciono moltissimo, specie le cipolle, e crude, ma che per ovvi motivi di convivenza civile non assumo, soprattutto a pranzo. Che poi, uno dice, mangiale la sera a cena, e figurati per me sarebbe perfetto, mi preparerei un'insalata di pomodori maturi, basilico, fagiolini lessi e cipolle tagliate sottili, non sai quanto mi renderebbe felice un pasto così….ma poi chi lotta contro la cipolla nel dopocena? E la notte? Immagino una scena apocalittica: cipolla vs zanzara. Mi vengono i brividi.

Ma torniamo alla nostra ricetta, perchè siamo qui per questo.

INGREDIENTI per 10 cestini:

PER LA PASTA BRISE

  • 200 gr di farina di farro
  • 70 ml di acqua fredda (io la tengo qualche minuto in frigo)
  • 100 gr di burro (freddo di frigo)
  • sale q.b.

PER IL RIPIENO

  • 6 patate piccole a pasta gialla
  • 2 cipolle rosse
  • 300 gr di caciocavallo
  • 2 albumi
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • qualche rametto di rosmarino
  • olio di semi per i pirottini

Preparate la brise mescolando la farina con il sale ed il burro, fino a che il composto non abbia un aspetto sabbioso, quindi aggiungete l'acqua e lavorate velocemente fino a formare un preparato compatto ed omogeneo. Mi raccomando, non impastate troppo a lungo, altrimenti la pasta si riscalda. Ponete in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo lessate le patate e sbucciatele, quindi lasciatele raffreddare. Fate lo stesso con le cipolle.

Affettate il caciocavallo e fatelo a dadini, poi sminuzzate il rosmarino.

Passate al robot le patate e le cipolle, quindi aggiustate di sale e pepate. Quando avrete ottenuto una crema aggiungete il caciocavallo a dadini, il rosmarino e i due albumi, che amalgamerete al composto con un mestolo di legno.

Prendete la pasta brise e stendetela con un mattarello, formate dei cerchi non troppo regolari e rivestitevi dei pirottini precedentemente unti con olio di semi. Create come delle arricciature sull'estremità, quindi riempite il cestino con il ripieno ed infornate in forno preriscaldato a 180° C.

Cuocete per circa 20 min, fino a che la pasta non avrà assunto un colore dorato e sentirete il profumo dei cestini che aleggia per casa. Sfornate e servite tiepidi!

Ah per le zanzare consiglio la sana e vecchia ciabatta, alitargli addosso dopo aver mangiato i cestini non sortirà alcun effetto, anzi, saranno più incazzate di prima.

CESTINI PRIMAVERA POMODORO & TONNO

Cestini pomodoro e tonno

RICETTA come al solitamente offerta da PANDIZENZERO

M'è presa bene, ve lo devo dire.

Questa storia dei contest mi fa impazzire, mi diverte, mi stuzzica la fantasia e posso confessarvi che ha dato un nuovo vigore al mio rapporto sentimentale. Quasi quasi, vi dirò, mi sento anche più bella, da quando partecipo ai contest la pelle è più luminosa, i capelli più in ordine, la cellulite è diminuita.

Bene, torniamo seri.

Questa ricettina veloce e golosa è pronta per il contest picnikiamo! di Giovanni,  che ringrazio anticipatamente per l'ospitalità sul suo blog Peccato di Gola.

Ingredienti per 12 cestini:

per l' IMPASTO

  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di burro
  • acqua fredda q.b.
  • sale q.b.

per il RIPIENO

  • 300 gr di pomodorini
  • 1 scatoletta di tonno al naturale
  • 1 cucchiaio di pesto
  • qualche foglia di basilico
  • sale e pepe q.b.
  • 1 filo d'olio olio evo
  • 2 tuorli d'uovo

per rivestire i pirottini

  • olio di semi

Cominciamo con il preparare la pasta brisee, riducendo a pezzettini il burro con le mani ed amalgamandolo alla farina. Si verrà a formare un composto sabbioso a cui andrete ad aggiungere il sale e dell'acqua fredda.

Lavorate fino a formare un panetto omogeneo che riporrete in frigo per qualche minuto.

Lavate e pulite i pomodorini, tagliateli in 4 parti, aggiungete il basilico, il pesto, sale, pepe ed un filo d'olio. Dopo aver mischiato gli ingredienti inserite anche il tonno sgocciolato ed i 2 tuorli sbattuti.

Accendete il forno e tenetelo ad una temperatura di 180° C, quindi togliete dal frigo la pasta brisee e stendetela, aiutandovi con un mattarello.

Create dei dischi di pasta sottili, ma attenti a non forarli! Ungete quindi dei pirottini con l'olio di semi e disponetevi la sfoglia facendo sì che una parte ecceda e possa quindi essere ripiegata verso il centro.

Infornate per circa 20 minuti.

Buon appetito, buon contest, buona primavera!