Tag Archives: dolce con limone

CAKE-POPS AL LIMONE E ZAFFERANO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

RICETTA a cura della FALANGE SANNITA 

 

E’ arrivata la primavera e le nostre tribù sono solite celebrare l’equinozio con danze sfrenate attorno ai falò al ritmo di tamburi, con riti orgiastici e sacrifici di sangue…in realtà, l’unico sacrificio che si è compiuto a casa nostra è stato quello delle api! No, ancora non ci siamo ridotti a mangiare le api vere, anche perché pare non se trovino in giro tante. Questa dei cake pops, ovvero delle mini torte infilzate sugli spiedini, è l'ultima moda sbarcata da oltreoceano, ma non perdiamoci in chiacchiere che la faccenda è lunga! 

ENJOY!

 

 

 

INGREDIENTI PER LA TORTA AL LIMONE:

 

  • 200 gr di farina 0
  • 80 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 50 gr di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo
  • zest di un limone
  • 4 cucchiai di marmellata di limoni

 

INGREDIENTI PER LA GLASSA:

 

  • 100 gr di cioccolato bianco
  • 50 ml di latte
  • pistilli di zafferano q.b.
  • mandorle a scaglie
  • pasta di zucchero nera

 

PREPARAZIONE:

 

Partiamo dalla torta: montiamo il burro con lo zucchero, aggiungiamo le uova, la scorza di limone e continuiamo a montare. Uniamo la farina setacciata con il lievito, aggiustiamo con un pizzico di sale e mescoliamo bene finché l’impasto non risulta liscio. Inforniamo a 180° per circa 30 min. Quando la torta è dorata, sforniamo e lasciamo raffreddare. Prepariamo la glassa facendo sciogliere il cioccolato con il latte e lo zafferano in un pentolino a bagnomaria e mettiamo poi a raffreddare anche questo a temperatura ambiente. Sbricioliamo la torta e amalgamiamola con la marmellata di limoni, ottenendo così un impasto sodo simile alla pasta frolla. Formiamo delle palline della grandezza di una noce e mettiamole per un’oretta nel congelatore; trascorso il tempo, infilziamole con uno spiedino e immergiamole nella glassa. Mettiamo ad asciugare le palline di torta e nel frattempo prepariamo le decorazioni. Formiamo dei rotolini di pasta di zucchero della lunghezza di circa 3 cm, tre per ape, e dei pallini grandi come una pulce per gli occhi. Applichiamo le decorazioni e completiamo con le scaglie di mandorle al posto delle ali. Basta! Adesso non resta che mangiarle, ma dopo tutta questa fatica quasi dispiace!!!

 

 

 

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest Color Food di Donatella del blog Fior di Rosmarino, ovviamente per la categoria Giallo!

 

 

Ma non è finita! Con queste api partecipiamo anche al contest cake-pop-sei-il-primo-contest-di-unaltra-fetta-di-torta della blogger Laura di Un'altra fetta di torta! 

 

CROSTATA DI MELE & LIMONE

Crostata di mele al limone

RICETTA coscienziosamente offerta da PANDIZENZERO

 

Allora, mia madre è una grandissima amante delle piante, del tipo psicologicamente instabile, a cui ho visto cercare voracemente la piantina i cui fiori avessero il colore del copritavola del tavolo in cucina. Mia madre è una di quelle fanatiche che tiene delle sempreverdi in bagno. Una di quelle che non appena un ramo di qualsiasi orribile, inutile, fastidiosa pianta grassa si spezza deve necessariamente ficcarlo di nuovo nel terreno "così ripiglia".

Mio padre, per reazione, dopo 34 anni, ha deciso che l'unico modo per evitare il ricovero in reparti psichiatrici fosse adeguarsi, sicchè ha deciso di dedicarsi alla coltivazione di un'unica pianta, mille volte più utile dei cactus a cui mia madre tenta di far conquistare il mondo: i limoni. Ed è bravissimo eh, accurato, direi quasi affettuoso, li mette sotto l'acqua non appena comincia a piovere, li ritira al coperto quando fa troppo caldo, li copre con meticolosità ed amore d'inverno, li pota, li pettina, li fona, gli taglia le unghie. Ma soprattutto raccoglie i frutti e me li regala, in grosse quantità.

Io avrei preferito coltivasse l'albero delle borse e delle scarpe, ma mi accontento degli agrumi.

Questa ricetta è quindi dedicata al babbo, che con tutti i suoi limoni  mi addolcisce la vita lontana da casa.

INGREDIENTI:

per la FROLLA

  • 300 gr di farina
  • 200 gr di burro
  • 80 gr di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale

per la FARCIA

  • 6 mele renette
  • 4 limoni
  • 2 cucchiai di amido di mais
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio di cannella
  • miele
  • zucchero a velo

 

Bene, mettiamoci al lavoro.

 

Cominciamo con  lo sbucciare e tagliare le mele a dadini, quindi aggiungete il succo di 1/2 limone, lo zucchero di canna e la cannella, mescolate il tutto e lasciate insaporire. Se volte potreste aggiungere un liquore dolciastro (rum?).

A questo punto preparate la frolla sbriciolando il burro nella farina, dopodichè aggiungete la scorza grattugiata di 1 limone, gli zuccheri, il pizzico di sale ed infine l'uovo. Amalgamate il tutto velocemente, senza manipolare troppo a lungo il composto, fino a che non si formi un panetto liscio ed omogeneo che riporrete in frigo per almeno mezz'ora.

 

Adesso passiamo ai limoni, dei quali dovrete eliminare la buccia, sbucciandoli ovviamente, per ottenere la polpa che andrete a riporre in una casseruola con dell'acqua e lo zucchero a velo.  Quando la polpa avrà cominciato a disfarsi aggiungete l'amido di mais e continuate la cottura del composto, fino a quando non avrete una sorta di marmellata. Spegnete il fornello e lasciate raffreddare.

Riprendete la frolla dal frigo e stendetela su una teglia (la mia ha 26 cm di diametro) dopo averla imburrata, quindi disponete prima la "limonata" e poi le mele sul fondo della crostata. Cospargete con della scorza grattugiata di 1/2 limone e zucchero di canna.

 

Infornate a 180° C fino a che non si è dorata ed il profumo di limone invade la casa.

A cottura ultimata estraete la crostata dal forno, lasciatela raffreddare e servitela con zucchero a velo e miele.