Tag Archives: dolci al cioccolato

GIRELLA HOMEMADE

girella2

RICETTA a cura della FALANGE SANNITA

Le mamme sannite, o almeno alcune di loro, tendono a crescere i loro cuccioli con la ferma convinzione che le “merendine” preconfezionate siano il male sotto forma di zuccheri e grassi saturi e mandano avanti la baracca a forza di ciambelloni fatti in casa…noi ovviamente siamo tra questi sfortunati! Fortunatamente qualche merendina ce la siamo guadagnata di contrabbando e, sulla base di questo ricordo sfocato, abbiamo elaborato la seguente ricetta…se proprio non si vuole rinunciare alla genuinità delle cose fatte in casa! 

 

ENJOY!

 

 

 

 

INGREDIENTI per la base:

  • 150 gr di farina 0
  • 100 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di olio di semi di mais
  • 5 cucchiai di acqua
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo
  • 1 presa di sale

FARCIA:

  • crema spalmabile di nocciole

  

PREPARAZIONE:

Rompiamo le uova separando i tuorli dagli albumi. Montiamo i tuorli con lo zucchero e l’acqua in modo da renderli spumosi. Continuando a sbattere con le fruste elettriche, aggiungiamo l’olio a filo, poi la farina mescolata al lievito in polvere e la vanillina. A parte montiamo a neve le chiare d’uovo con un pizzico di sale finché non sono compatte; uniamole al primo impasto con movimenti delicati dall’alto verso il basso. Versiamo in una teglia rettangolare abbastanza grande, perché la pasta non deve essere troppo spessa, e cuociamo a 180° per circa 20 min. Quando la superficie diventa dorata, sforniamo la nostra torta, rovesciamola su un canovaccio pulito o su un foglio di carta da forno, spalmiamola rapidissimamente con la crema di nocciole e arrotoliamola finchè è calda altrimenti si spezza. Per arrotolarla, usiamo il canovaccio come aiuto, poi la lasciamo raffreddare stretta dentro quello stesso canovaccio, in modo che prenda la forma. Dopo qualche ora in frigorifero, possiamo tagliare il rotolo a fette…poi, la tradizione vorrebbe che  la base venisse intinta nel cioccolato fuso…io, che notoriamente amo mangiare con le mani, preferisco non “inquacchiarmi” tutta e quindi ho spolverato le girelle con un po’ di cacao amaro…a voi la scelta! 

 

 

 

 

 

LA CISCHEICCHE CIOCCOLATO & ALBICOCCHE

20120627_195227

RICETTA toscanamente offerta da PANDIZENZERO

 

 

Allora, son venuti a trovarmi il babbo e la mamma, carichi come solo Babbo Natale saprebbe fare, zeppi di cose commestibili (ma anche no), con la monovolume (non un’utilitaria eh) pigiata di scatole e scatoloni, buste, borse termiche, frigo da spiaggia, tricchettracche, mortaretti. Ogni volta guardo sbigottita il bagagliaio cercando di capire cosa induca mia madre, per ogni viaggio oltre i 200 km, a portarsi appresso qualsiasi sorta di cibo, solido, liquido, gassoso, acqua, aranciate, patatine, come fosse l’ultimo della sua vita, magari terrorizzata dal fatto che improvvisamente gli autogrill vengano risucchiati dal centro della terra, che oltre la provincia di Pisa i  supermercati o i centri commerciali non esistano, che una guerra nucleare li soprenda per strada e sticazzi del bunker, io c’ho i panini. Però è bello, è fantastico vederli arrivare e aprire le buste, anche emotivamente mi riempie la vita, per tutto l’amore che mette  nel preparare qualcosa a me, o in generale alla famiglia, che poi quando devono venire a trascorrere qualche giorno di vacanza, che so, per Pasqua, lei porta le pentole con all’interno il sugo già pronto o il roastbeef, la teglia con le patate ed il pollo, il mascarpone (tiramisù N.d.T.) bell’e preparato. Gli garba così, vivo a Roma, ma lei pensa che abiti nel deserto del Gobi. Stavolta, tra le varie derrate, c’erano anche 18 uova, di quelle vere! Fresche! Graditissimo regalo di un amico di famiglia, che ha voluto indicarne la provenienza in maniera paesana, ma che non poteva passare inosservata. E allora, cosa ci fo con queste ova? Ma la cischeicche, cotta! Al cioccolato e con la gelatina di albicocche (si lo so, ho rotto i coglioni con questa gelatina di albicocche, ma mi garbano un sacco e soprattutto me ne hanno regalate tantissime, quindi abbiate pazienza).

ingredienti per una teglia da 25 cm di diametro: per la base

  • 100 gr di biscotti tipo Digestive
  • 50 gr di muesli
  • 100 gr di amaretti
  • 100 gr di burro
  • 2 cucchiai di miele millefiori

per l’impasto

  • 100 ml di panna fresca
  • 250 gr di ricotta al cioccolato
  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero a velo

per la gelatina

  • 10 albicocche bio
  • 70 gr di zucchero semolato
  • 3 fogli di colla di pesce

Cominciate con il preparare la base, disponendo in una terrina il muesli, gli amaretti ed i digestive precedentemente passati nel robot in modo da averli ridotti in polvere.  Amalgamateli con il miele ed il burro fuso. Io non ho usato lo zucchero perchè  mi pare che la curva glicemia si alzi molto anche senza di lui. Quindi disponete il composto sulla base di una teglia (io ho usato quella a cerniera) che avrete preventivamente ricoperto, anche lateralmente, con carta forno, appiattite con l’aiuto di un cucchiaio e riponete in frigo.

Per preparare l’impasto dovrete innanzitutto separare i rossi dai bianchi delle uova, quindi lavorare i tuorli con lo zucchero a velo, aggiungere la panna liquida ed in ultimo la ricotta. Essendo questa solida, dovrete lavorare (faticosamente, partorendo con dolore) a lungo il composto fino a che non sia divenuto liquido, eventualmente aiutandovi con il robot, ma così non vale! A questo punto montate gli albumi a neve ed aggiungeteli piano piano, senza farli smontare, all’impasto, fino ad ottenere una cosa schiumosa delicatissima, bellissima, fuffosissima. Indi, riappropriatevi della teglia, deponetevi il composto nuvoloso, livellate ed infornate in forno precedentemente riscaldato, a 160 ° C per circa 20 minuti. Quando la cischeicche sarà pronta un profumo pazzesco aleggerà per casa, ma soprattutto una voce stridula griderà “oh che un la levi è pronta??”. Sfornate e lasciate raffreddare. Nel frattempo preparate la gelatina come vi spiego qui. Ricoprite la cis’ con la gelatina e lasciate compattare in frigo per qualche ora, dopodichè mangiatevela.

avrei una cosa da aggiungere sulla gelatina di albicocche! Quando a me ne avanza un po’ la tengo in frigo in un contenitore ben sigillato e la mangio con lo yogurt bianco, il greco in particolare che io adoro, per fare merenda, per colazione, per spezzare un po’, provate anche voi, è veramente delizioso! Ok, basta, la smetto.

Buona domenica!!

PANZEROTTI DI CIOCCOLATO BIANCO CON RIPIENO ALLE FRAGOLE

Panzerotti Cioccolato bianco e fragole

RICETTA ancoraunavoltamente offerta da PANDIZENZERO

…E ve l'avevo detto che c'ho preso gusto!

Anche oggi una ricetta nuova calda calda, da consegnare, profumata ed infiocchettata, al golosissimo contest  I love chocolate del blog Dolcizie…le mie dolci delizie!. Grazie mille per l'occasione!

Tenetevi forti, perchè questa è una bomba!!

Ingredienti per 10 panzerotti:

per l' IMPASTO

  • 400 gr di farina 00
  • 200 gr di cioccolato bianco
  • 50 gr di burro
  • acqua q.b.

per il RIPIENO

  • 300 gr di fragole
  • 1 cucchiaio di mascarpone
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna

per GUARNIRE

  • 2 quadretti di cioccolato bianco
  • granella di pistacchi
  • zucchero a velo

Innanzitutto mettete a sciogliere il cioccolato bianco con il burro a bagnomaria.

Una volta che si sarà sciolto, prendete il cioccolato e mettetelo in una terrina dove andrete ad aggiungere, poco per volta, la farina e l'acqua. Dosate bene i due ingredienti in modo da rendere l'impasto omogeneo ed elastico.

Ponete in frigo il composto e procedete con la preparazione del ripieno lavando e pulendo le fragole. Riducetele in piccoli pezzi a cui andrete ad aggiungere lo zucchero di canna ed il mascarpone, mischiate velocemente fino a rendere quest'ultimo semi-liquido.

Togliete dal frigo il panetto di pasta, fatene delle "fette" e stendetele a formare una striscia, aiutandovi con il mattarello.

Procedete, adesso, disponendo con un cucchiaino il composto di fragole e mascarpone sulle strisce di pasta, distanziando ogni mucchietto di 6 o 7 cm. Quindi ricoprite con un'altra striscia e con una rondella aiutatevi a  dividere i panzerotti e sigillarli.

Disponete i panzerotti in forno a 180° C per circa 15 minuti, fate dorare, quindi spegnete il forno e mettete fuori i dolci a raffreddare.

Quando saranno tiepidi ricopriteli con zucchero a velo e granella di pistacchi e cioccolato bianco.

Posso assicurarvi che sono una goduria!

Buona merenda !