Tag Archives: dolci leggeri

BON BON DI FARINA DI CECI E COCCO ALLA CANNELLA

dscn2010

RICETTA sfericamente OFFERTA DA PANDIZENZERO Oh finalmente un contest che mi piace un sacco, di una foodblogger che mi piace un sacco, che vive in un posto che mi piace un sacco. 3 sacchi fanno una prova, quindi devo partecipare. Ho scelto dei bonbon perchè mi piace l'idea della pallina dolce, che soddisfa il palato e gli occhi, in più con questa versione ho accontentato anche l'odorato, con un profumo di arancia e cannella che porta lontano, diciamo a Natale, ed il tatto, perchè arrotolare è veramente divertente. Si, ne resta fuori uno, l'udito, facciamo così, la prossima volta le friggo. Ingredienti per circa 40 palline

  • 280 gr di farina di ceci Molino Chiavazza
  • 20 gr di farina di cocco
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di acqua
  • la buccia grattugiata di un'arancia
  • 100 gr di olio di girasole
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere

Procedete innanzitutto tostando la farina di ceci in una padella antiaderente, fino a che non abbia acquistato un colore più scuro (diciamo nocciola). Quindi in una planetaria mischiate lo zucchero con la buccia di arancia e la cannella, aggiungete la farina tostata precedentemente miscelata con quella di cocco, facendo amalgamare il tutto. Inserite per ultimi i liquidi, alternando acqua e olio. Accendete il forno a 180° C e stendete l'impasto con un mattarello, quindi staccate dallo stesso delle piccole porzioni e formate delle palline di circa 3-4 cm di diametro. Cuocete in forno per circa un quarto d'ora, evitando che si scuriscano troppo, altrimenti l'interno non rimarrà morbido. Ottime da gustare con un tè, magari dal gusto semplice (un breakfast), fredde o tiepide non fa differenza. Io le ho conservate per una settimana e sono rimaste muonissime! Ah, vi do un'idea, anzi no che me la copiate. Uh dimenticavo! Questi dolcetti non hanno ingredienti che contengano glutine, quindi vanno benissimo anche per i celiaci. Con questa ricetta partecipo al contest di Assunta del blog La cuoca dentro, "La piccola pasticceria". Va bene dai, se siete giunti a leggere fin quaggiù vi meritate il consiglio….preparate le palline, lasciatele intiepidire e riponetele in una scatolina di latta o in un portabiscotti di ceramica e regalatele per Natale. Secondo me farete un figurone. Sono o non sono un genio?

MUFFIN LEGGERI ALLA MELAGRANA

dscn1980

RICETTA sempreleggermente OFFERTA DA PANDIZENZERO

 

 

In principio erano biscotti.

Così dovrebbe cominciare il libro della Genesi dei muffin alla melagrana, perchè nella mia testolina c’era l’idea di preparare qualcosa per la mia colazione di donnaddieta. Son finiti i bei tempi dei pancakes cari miei, c’è crisi e tocca mangiare gli oro saiwa, o peggio, 3 fette biscottate senza marmellata da inzuppare nel te bollente senza zucchero, mentre cammini a piedi scalzi sulle viti. Poi dice che uno va a lavora’ incazzato.

Allora, per rendermi il buongiorno più sereno, non dico gioioso, ma almeno umano, ho deciso di preparare questa variante, del biscotto dicevamo. Tuttavia credo di aver sbagliato qualcosa, oppure la mia nuova planetaria ha deciso di sua sponte cosa preparare, sai, le nuove tecnologie.
Oltretutto immaginavo che, incorporando nell’impasto un frutto dal colore acceso, i muffin risultassero deliziosamente rosati, poi però ho visto che i chicchi cotti tendevano al violetto, beh – ho pensato- saranno lilla! Quanto mi piace questo colore….

E invece sono usciti marroni. Ho perso totalmente la gestione della mia cucina.

Ingredienti per 5 muffin:

  • 200 gr di farina 00
  • 3 cucchiai di olio d’oliva
  • 3 cucchiai di Stevia Misura
  • 2 uova piccole
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 chicchi di mezza melagrana

Prima di tutto, in un pentolino con un bicchiere d’acqua mettete a bollire i chicchi di melagrana. Quando saranno morbidi scolateli e frullateli con un mixer, quindi setacciate il composto ottenuto.

Nel cestello di un’impastatrice mettete la farina ed il lievito, quindi aggiungete le uova, l’olio e lo Stevia ed amalgamate il tutto ad una velocità intermedia, poco prima di spegnere la macchina incorporate i chicchi precedentemente frullati.

Imburrate degli stampini e versatevi il composto ottenuto.

Infornate in forno precedentemente riscaldato a 180° C per circa 15 minuti.

 

 

Ora, siccome io ho fatto voto alla Santa protettrice delle nane col culone (San Gria Y Tapas), i muffin mi vanno bene così, ovvero con un gusto leggermente acidulo, non particolarmente dolci ma comunque nutrienti e gustosi.

Voi però che immagino siate tutti alti e magri, per una volta invece dello sfilatino con porchetta, a colazione mangiatevi un muffin, magari farcito con una marmellata, oppure ricoperto con un golosissimo topping, o Nutella, crema pasticcera, maionese, ragù, insomma quello che più vi piace.

 

Buona domenica!