Tag Archives: insalata

COUS COUS DELLA COSTIERA

couscous colatura alici1

RICETTA con molto piacere OFFERTA DA PANDIZENZERO

 

Avete presente quella sensazione di malinconia fortissima che avvertite di fronte ad una canzone, una foto, un odore? Quella specie di morsa che stringe lo stomaco ed inclina la testa? Ecco, a me capita almeno 300 volte l'anno nel momento in cui ricordo le mie vacanze estive nel Cilento, con i suoi olivi, il mare limpidissimo, l'odore di buono, l'aria fina e i pomodori freschi, il basilico e la lavanda, facce felici, l'olio solare, solo cicale e qualche cane che abbaia.

Per me quella è l'idea di vacanza, ma non intesa come ferie d'agosto, assenza dal lavoro, cellulare spento e colleghi dimenticati, no, per me il Cilento è assimilabile all'etimologia della parola vacanza: dal latino VACANTIA, da VACANS, participio presente di VACARE, essere vacuo, sgombro, libero, senza occupazioni. Capito? Senza (pre)occupazioni, il luogo del cuore dove svuotare l'anima e riempirla a piacere, come la calza della Befana.

La ricetta che ho scelto per il contest della  Kucina di Kiara si avvicina a quelle zone, ma si ferma un po' prima, sulla meravigliosa (ma anche di più) costiera amalfitana, dove i limoni ed il pesce regnano sovrani e si incontrano in migliaia e migliaia di piatti, ognuno con il suo sapore e la sua identità. Ho voluto scegliere un ingrediente particolare, come la colatura di alici di Cetara per insaporire un cous cous da servire freddo, al profumo di limone e timo, per ricordarmi che manca davvero poco per me ad essere vacua…….

 

Ingredienti:

  • cous cous (100 gr per 150 ml di acqua)
  • colatura di alici q.b.
  • qualche fetta di pane
  • la buccia di 1 limone
  • timo q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • sale q.b.

Portare ad ebollizione la quantità di acqua adeguata alla quantità di cous cous che vorrete cuocere, quindi versarla sul cous cous precedentemente posto in una terrina ed attendere che venga assorbita. Dopo pochi minuti con una forchetta separare i granelli per favorirne il raffreddamento, poi mettere da parte.

In una padella antiaderente mettere a tostare il pane ridotto in briciole grossolane, farlo dorare e tenerlo da parte, quindi scaldare l'olio con uno spicchio di aglio, aggiungere qualche fogliolina di timo e rimuovere l'aglio prima che soffrigga. Togliere dal fornello la padella e versare nell'olio ancora caldo (ma non bollente!) la colatura ed il pane.

Quando il cous cous si sarà intiepidito condirlo e servire freddo.

 

 

 

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Chiara: Cereali&Co. in Insalata

 

 

CAPRESE AL CUCCHIAIO CON LENTICCHIE E BOTTARGA

caprese lenticchie bottarga

RICETTA OFFERTA DA PANDIZENZERO CON CALORE (E UMIDITA’)

Si lo so vi abbiamo mollato per qualche settimana, un reportage, qualche cazz…ehm chiacchiera su Gordon Ramsey, una micro recensione che sembra quasi un cancelletto, ma ci meritavamo le ferie o no? E’ una domanda retorica, la risposta DEVE essere si.

Che poi, ferie, diciamo qualche giorno lontano dalla città, al mare prima, in montagna poi, ma non pensiate a paesi esotici, palme e sabbie bianche, tocca lavorare se si vuole mangiare. Oppure andare al Grande Fratello.

Bando alle ciance, oggi propongo una ricetta molto semplice, di quelle veloci veloci dove c’è  da sporcarsi le mani solo per affettare un paio di cose, non si usa l’elettricità, il che fa bene alla salute ed al portafogli, non si accende il gas che è pericoloso soprattutto per i bambini, e pensa un po’ si sporca una sola stoviglia. Dimenticavo, la caprese di oggi è molto leggera, nonostante si abbinino due fonti proteiche diverse, ovvero i legumi ed un latticino, il contenuto in grassi è scarso e quello in carboidrati è molto basso.

Ingredienti per 1 persona (lo so è tristissimo, ma solo a me piace quest’insalatina…..):

  • 250 gr di lenticchie già cotte in lattina
  • 2 pomodori “cuore di bue”
  • 125 gr di mozzarella fiordilatte
  • 1 cipollotto fresco
  • bottarga di muggine in quantità indefinita
  • qualche foglia di basilico
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.

Prima di tutto aprite la lattina di lenticchie, senza tagliarvi che poi date la colpa a me, lo so.

Scolate bene il contenuto e deponete le leguminette in un piattino, quindi affettate il cipollotto fine, tagliate a dadini i pomodori e la mozzarella, conditeli con sale, olio e pepe e mescolate bene in una terrina. Aggiungete quindi le lenticchie, grattugiate sopra all’insalata un po’ di bottarga e decorate con qualche foglia di basilico.

E’ buona giuro!

UN’ INSALATA SPECIALE PER UNA COLLABORAZIONE ECOBIOLOGICA

dscn1055

RICETTA offerta coscienziosamente da PANDIZENZERO

Ho due notizie, e volevo darvele accompagnandole ad una ricetta molto colorata, salutare e veloce.

Allora, la meno importante ve la riporto per prima, ovvero proprio con questa insalata, senzanome, inauguro una sezione che probabilmente verrà aggiornata solo dalla sottoscritta, ovvero Stomondo Light, considerata l'avversione degli altri due per tutto ciò che è senza (sale, olio, maionese, mortadella, mozzarella, salame, panna&cioccolato, pancetta…). Vorrei, infatti, dare il via ad una serie di ricette il cui scopo principale è saziare ma non ingrassare, perchè ci garba mangiare (non so se s'era capito), ma anche entrare nei vestiti e passare dalle porte, sicchè con un po' di fantasia, tanto colore e varietà cercherò di portare anche qui il caposaldo della mia professione, ovvero la salute. Sì perchè non sembra ma sono un medico :o.

Speriamo che ai miei blogmate non venga il morbillo quando scopriranno l'esistenza della nuova rubrica….

Bene, e adesso passiamo alla notizia più importante, ovvero una fantastica collaborazione con  Ecobioshopping, un e-commerce gestito dalla società PRVCOM sas di Reggio Emilia che si occupa della vendita di prodotti ecologici monouso, da stoviglie a detergenti a tovaglioli, ma anche tovagliette, tovaglie e tanto tanto altro!

Sul sito potrete trovare un'ampissima gamma di prodotti, derivati dall'utilizzo di diversi materiali, tutti rigorosamente  ecocompatibili, rinnovabili, con un ridotto o nullo impatto ambientale ed in particolare:

- bioplastica naturale derivata da amidi di mais e da altre colture

- polpa di cellulosa ricavata da fibre della canna da zucchero e del bamboo (crescita spontanea)

- foglie di palma cadute naturalmente

- legno di betulla e pioppo

Oltre ai prodotti in foto, la fornitura che molto gentilmente Ecobioshopping ci ha fatto avere era composta anche da deliziose stoviglie in foglia di palma, particolari e decisamente ecochic.

Ho voluto presentare la mia insalata proprio in questo piatto etnicamente delizioso, ma soprattutto derivato da materie prime ecocompatibili, quindi possiamo definire questo piatto a 0 senso di colpa!

Come ho già anticipato, essendo un e-commerce, avrete modo di acquistare direttamente dal sito tutto ciò di cui necessitate, facendovelo recapitare direttamente a casa…..che cosa moderna!!

Inoltre, aspetto ancor più straordinario, Ecobioshopping ha aderito al progetto Zero Impact Web.

Tanti complimenti a questa società, ed infinite grazie per la disponibilità mostrata.

La mia insalata si fa con questi INGREDIENTI (per 2 persone):

  • 4 peschenoci
  • 2 confezioni di insalata mista
  • 400 gr di rucola
  • 10 pomodori pachino (quelli veri!!)
  • 10 noci
  • 10 nocciole
  • aceto balsamico q.b.
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.

Vi devo anche spiegare come fare?

Va bene…..Aprite la confezione di insalata, passatela sotto l'acqua (io lo faccio anche se dice che è già lavata), lavate la rucola, pulite le peschenoci e tagliatele a spicchi, quindi fate lo stesso con i pomodorini.

Rompete il guscio di noci e nocciole (se avete acquistato quelle sgusciate non importa).

A questo punto, mischiate il tutto e condite.

Buon Appetito…..e mi raccomando, riciclate, differenziate e fate a modo!

P.s. 75 gr di noci al giorno possono agire abbassando la quota di colesterolo ematico