Tag Archives: lenticchie

CAPRESE AL CUCCHIAIO CON LENTICCHIE E BOTTARGA

caprese lenticchie bottarga

RICETTA OFFERTA DA PANDIZENZERO CON CALORE (E UMIDITA’)

Si lo so vi abbiamo mollato per qualche settimana, un reportage, qualche cazz…ehm chiacchiera su Gordon Ramsey, una micro recensione che sembra quasi un cancelletto, ma ci meritavamo le ferie o no? E’ una domanda retorica, la risposta DEVE essere si.

Che poi, ferie, diciamo qualche giorno lontano dalla città, al mare prima, in montagna poi, ma non pensiate a paesi esotici, palme e sabbie bianche, tocca lavorare se si vuole mangiare. Oppure andare al Grande Fratello.

Bando alle ciance, oggi propongo una ricetta molto semplice, di quelle veloci veloci dove c’è  da sporcarsi le mani solo per affettare un paio di cose, non si usa l’elettricità, il che fa bene alla salute ed al portafogli, non si accende il gas che è pericoloso soprattutto per i bambini, e pensa un po’ si sporca una sola stoviglia. Dimenticavo, la caprese di oggi è molto leggera, nonostante si abbinino due fonti proteiche diverse, ovvero i legumi ed un latticino, il contenuto in grassi è scarso e quello in carboidrati è molto basso.

Ingredienti per 1 persona (lo so è tristissimo, ma solo a me piace quest’insalatina…..):

  • 250 gr di lenticchie già cotte in lattina
  • 2 pomodori “cuore di bue”
  • 125 gr di mozzarella fiordilatte
  • 1 cipollotto fresco
  • bottarga di muggine in quantità indefinita
  • qualche foglia di basilico
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.

Prima di tutto aprite la lattina di lenticchie, senza tagliarvi che poi date la colpa a me, lo so.

Scolate bene il contenuto e deponete le leguminette in un piattino, quindi affettate il cipollotto fine, tagliate a dadini i pomodori e la mozzarella, conditeli con sale, olio e pepe e mescolate bene in una terrina. Aggiungete quindi le lenticchie, grattugiate sopra all’insalata un po’ di bottarga e decorate con qualche foglia di basilico.

E’ buona giuro!

CAVATELLI DI LENTICCHIE AL TALEGGIO

Cavatelli di lenticchie

Ricetta confidenzialmente offerta da PANDIZENZERO

Rieccomi pimpante a fornirvi un'altra ricettina di pasta homemade, di quelle che piacciono a me, in cui c'è da pasticciare molto, che sennò non ci trovo gusto.

Siccome oggi sono in vena, ma soprattutto non ho una cippa da fare, vi parlo un po' della mia vita, alimentare.

Mi nutro prevalentemente di frutta e verdura, pochi carboidrati prevalentemente al mattino, proteine abbastanza e nessuno stravizio (maledizione). Vivo in città, in un bilocale, non mi sono ancora riprodotta e per richiamare il mio uomo utilizzo delle grida stridule in volgo toscano. Questo durante la settimana, perchè il sabato scapoccio (termine romanesco per definire un atto di ribellione educativo-cerebrale) e mangio cose, oltre a vedere gente.

Il sabato faccio quello che gli altri giorni evito, ovvero assumo carboidrati complessi sottoforma di pasta, dolci e pizza.

Oh, sia chiaro non è una dieta corretta, quindi BAMBINI NON FATELO A CASA, ma è mia, personale, e siccome mi ci trovo bene proseguo, abbinando il tutto ad attività fisica mi permette di smaltire i chili in eccesso.

Detto questo, la mia dispensa pullula di pasta, di ogni formato, farina, provenienza, e adesso alcune confezioni si annidano anche in frigo (ho delle trofie fresche che sussurrano parole di sughi ogni volta che lo apro), tuttavia capita sempre più spesso di mangiare fuori o di preparare la pasta con le mie micromani, perchè mi diverto, perchè in questo modo slego la fantasia, perchè mi sembra molto più buona. Ho detto mi sembra.

In una di queste occasioni ho voluto utilizzare delle lenticchie per preparare i cavatelli, da condire poi con una salsa di taleggio e pepe.

Vi interessa? Se si, proseguite nella lettura, altrimenti niente, cioè non c'è un'alternativa, se siete su questo blog ed in particolare a leggere questo articolo vuol dire che volete sapere come ho preparato questa pasta. Sicchè, ingredienti per 5 persone:

per l'impasto

  • 600 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di semola
  • 500 gr di lenticchie
  • 1 ramoscello di rosmarino
  • acqua fredda q.b.
  • sale

per il condimento

  • 200 gr di taleggio
  • 3 cucchiai di panna da cucina
  • pepe q.b.

Diamoci da fare. La sera prima mettete a bagno le lenticchie Io le lenticchie non le metto a bagno Beh io si Non serve A me piace che stiano a bagno, le voglio pulite, embeh? Io so che a bagno non vanno messe, non si fa Oh senti la ricetta è mia e le lenticchie ho deciso che le devo bagnare,  fatti gli affari tuoi Vabbè, io però non le metto a bagno, me l'hanno insegnato al corso di Scienza dei legumi, sto specializzandomi in Lenticchiologia Io faccio come m'ha insegnato la mamma e poi l'acqua fa bene alla pelle. Basta. Insomma, io vi consiglio di farle ammorbidire, poi voi fate come vi pare.

Ok, avete dormito bene? Adesso prendete le lenticchie, scolatele, lavatele e mettetele a bollire con un ramoscello di rosmarino.

Quando saranno cotte lasciatele raffreddare, asportate il rosmarino, quindi passatele al mixer fino a formare una crema.

Adesso su una spianatoia disponete le due farine, il sale e l'impasto di lenticchie che si sarà asciugato ben bene. Mischiate il tutto aggiungendo dell'acqua fredda fino a formare un panetto compatto che metterete a riposare.

Bellino vero?

Bene, adesso tagliate una "fetta" di questo panetto e formate dei salsicciotti, da cui potrete tagliare dei dadini.

Con il dito indice ed il dito medio scavate i quadratini facendo scivolare la pasta sotto le dita. Avrete così i cavatelli.

In una pentola antiaderente mettete a sciogliere il taleggio e quando si sarà completamente disciolto aggiungete la panna.

Cuocete i cavatelli in abbondante acqua salata, scolateli e versateli nel composto di taleggio e panna, spolverate con del pepe e servite. Ah, sapete cosa ci sta bene? Del prezzemolo.

Buon appetito!!!

Per tutelare la privacy dell'unione tra le lenticchie ed il taleggio non pubblichiamo le immagini del piatto terminato.