Tag Archives: torta rustica

CROSTATA SALATA CON VERZA E PATATE

crostata verza e patate

In cucina c'è PANDIZENZERO

 

crostata verza e patate

E' tempo di scampagnate, di pic nic (altresì detto "romanata"), di spalmarsi su un bel prato all'ombra di alberi frondosi e godersi questa primavera stentorea.

Il 25 aprile, come è usanza, ci siamo diretti verso la lussureggiante Villa Pamphilii e ne abbiamo colonizzato una porzione, invadendo il terreno con una quantità di cibo indecente, come al nostro solito d'altra parte, fatto di pasta fredda, torte rustiche, patatine, panini al salame, panini alla mortadella, cocacola, fanta, birra, caprese al cioccolato, crostata di marmellata e insulina (non si sa mai….).

A me spettavano le torte rustiche ed una delle due preparazioni è la ricetta che vi propongo oggi, già positivamente accettata dal pubblico lo scorso anno.

Ingredienti

per la frolla salata

  • 250 gr di farina 00
  • 150 gr di burro freddo
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale

per il ripieno

  • 4 patate
  • 1/2 cavolo verza
  • provola affumicata q.b.
  • 1 scalogno
  • olio evo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
  • brodo vegetale

Preparate la frolla dispondendo la farina a fontana su un piano di lavoro, aggiungete il burro a dadini, al centro inserite  l'uovo, quindi salate. Impastate velocemente, quando avrete ottenuto un composto abbastanza omogeneo riponetelo in frigo avvolto nella pellicola trasparente per qualche ora.

Nel frattempo preparate il ripieno ed in una casseruola fate dorare lo scalogno in olio, quindi inserite il cavolo tagliato a listarelle ed un po' di brodo, coprite con il coperchio e fate appassire per qualche minuto.

Dopo circa 10 minuti aggiungete le patate tagliate a fette e altro brodo, salate, pepate e aromatizzate con la noce moscata (se non vi va omettetela). Lasciate cuocere per circa mezz'ora, facendo attenzione a non far asciugare troppo.

Togliete dal frigo la frolla qualche minuto prima e fatela riscaldare fino a che diventa lavorabile. Con un mattarello stendete l'impasto e disponetelo sulla base di una teglia precedentemente foderata con carta forno, quindi disponete sul fondo le fettine di scamorza e sopra versate il ripieno, quindi ricoprite con altra frolla (io ho optato per delle strisce) ed infornate a 180°C per una ventina di minuti.

crostata verza e patate1

E' sparita in un attimo….

TORTA SALATA DI MORTADELLA DI CINGHIALE E CICORIA

torta-salata-cicoria-mortadella3

 

RICETTA offerta da PANDIZENZERO

torta salata cicoria mortadella

Oddio oddio oddio. E mo?

Urla di terrore, facce impietrite, salivazione azzerata, il tempo scorre, ne resta poco. La paura attanaglia le gambe bloccate, lo stomaco borbotta e vorrebbe essere altrove, la pelle si raffredda, il cervello è in allarme. Una sola parola sta tentando di uscire dalla bocca impastata, poche lettere che racchiudono una sensazione indesiderata.

Aiuto.

Tra un'ora i miei amici saranno qui per cena e non so che cacchio preparare.

Capita a tutti no? Di avere amici stronzi dico.

Comunque, questa ricettina è adatta a voi che vi siete scelti una compagnia di persone cattive, che non hanno rispetto per voi, per il vostro tempo e per le vostre capacità culinarie. Non si fa così, no no no. Le persone si avvisano per tempo e si da loro la possibilità di preparare una cenettina adeguata, fosse anche a base di spaghetti con il pomodoro e cotolette.

Detto questo, vi presento la torta rustica dell'ultimo momento.

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 300 gr di cicoria fresca
  • 200 gr di mortadella di cinghiale
  • 2 albumi
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio evo
  • sale q.b.

Dopo aver lavato la cicoria, ponetela in una casseruola con l'aglio e due dita d'acqua a cuocere, rigorosamente con il coperchio. Quando sarà cotta, scolatela e strizzatela bene, benissimo, di più, e tenetela da parte.

Stendete la pasta sfoglia ed adagiatela con la carta forno in una teglia rotonda, quindi deponete alcune fette di mortadella sulla base, cospargete con la cicoria precedentemente miscelata con l'albume e salata, ricoprite con le altre fette di mortadella, ripiegate i bordi ed infornate a 170° C per 20 minuti, fino a che la pasta non sarà dorata.

Occhio che dopo questa delizia, i vostri amici continueranno a venire a cena da voi avvisandovi mezz'ora prima, da bravi stronzi. Per cui regolatevi.

torta salata cicoria mortadella1

torta salata cicoria mortadella2

torta salata cicoria mortadella4

CROSTATA SALATA CON GRANDINA BIANCA, PROVOLA E PISELLI

dscn1007

RICETTA doverosamente offerta da PANDIZENZERO

Tra i molti prodotti che La Granda ci ha fatto avere uno fra tutti mi ha stuzzicato la fantasia, vuoi per il nome delicato, vuoi per gli ingredienti di base, vuoi per gli aromi, ho deciso di scegliere la Grandina bianca come ingrediente principale per una torta salata, una crostata diversa dal solito.

Ci tengo però a sottolineare come la Grandina bianca sia speciale anche cruda, quale accompagnamento ad un'insalata mista, su dei crostini integrali o, ancora, come condimento di una pasta fredda, con pomodorini ed olive.

Per quanto riguarda la base, ovvero la pasta integrale, ho voluto copiare, seppur con qualche piccola modifica, quella di Laurel Evans,  grandissima fonte di ispirazione per una cucina diversa dalle solite etnie culinarie.

INGREDIENTI (per una teglia di 25 cm di diametro):

per la BASE

  • 100 gr di farina 00 Molino Chiavazza
  • 60 gr di farina di farro
  • 60 gr di farina integrale Molino Chiavazza
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di timo
  • 60 ml di olio extravergine di oliva
  • 100 ml di acqua fredda

per il RIPIENO

  • 1 provola
  • 300 ml di besciamella
  • 100 gr di piselli
  • 1 confezione di Grandina bianca La Granda
  • qualche fettina di Emmenthal

Procedete, innanzitutto, mischiando tra loro le farine con il timo ed il sale in una terrina. Quindi aggiungete a filo l'olio d'oliva ed infine l'acqua.

Quando il composto sarà omogeneo e si staccherà dalle pareti del contenitore, trasferitelo su un ripiano e stendetelo con il mattarello, ricordandovi di spolverare il ripiano di lavoro.

Disponete l'impasto sulla teglia e rivestitela, quindi lasciate riposare in frigo per qualche ora.

Al momento di infornare, prendete l'impasto e cominciate a disporvi gli ingredienti a strati.

Sulla base disponete la provola a fette, a raggiera, quindi la Grandina bianca, infine i piselli, precedentemente sbollentati, mischiati con la besciamella. Livellate il tutto e disponete sulla superficie delle fettine di emmenthal.

Infornate a 180° C per circa 20 minuti.

Gustate tiepida!