Tag Archives: zafferano

CAKE-POPS AL LIMONE E ZAFFERANO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

RICETTA a cura della FALANGE SANNITA 

 

E’ arrivata la primavera e le nostre tribù sono solite celebrare l’equinozio con danze sfrenate attorno ai falò al ritmo di tamburi, con riti orgiastici e sacrifici di sangue…in realtà, l’unico sacrificio che si è compiuto a casa nostra è stato quello delle api! No, ancora non ci siamo ridotti a mangiare le api vere, anche perché pare non se trovino in giro tante. Questa dei cake pops, ovvero delle mini torte infilzate sugli spiedini, è l'ultima moda sbarcata da oltreoceano, ma non perdiamoci in chiacchiere che la faccenda è lunga! 

ENJOY!

 

 

 

INGREDIENTI PER LA TORTA AL LIMONE:

 

  • 200 gr di farina 0
  • 80 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 50 gr di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo
  • zest di un limone
  • 4 cucchiai di marmellata di limoni

 

INGREDIENTI PER LA GLASSA:

 

  • 100 gr di cioccolato bianco
  • 50 ml di latte
  • pistilli di zafferano q.b.
  • mandorle a scaglie
  • pasta di zucchero nera

 

PREPARAZIONE:

 

Partiamo dalla torta: montiamo il burro con lo zucchero, aggiungiamo le uova, la scorza di limone e continuiamo a montare. Uniamo la farina setacciata con il lievito, aggiustiamo con un pizzico di sale e mescoliamo bene finché l’impasto non risulta liscio. Inforniamo a 180° per circa 30 min. Quando la torta è dorata, sforniamo e lasciamo raffreddare. Prepariamo la glassa facendo sciogliere il cioccolato con il latte e lo zafferano in un pentolino a bagnomaria e mettiamo poi a raffreddare anche questo a temperatura ambiente. Sbricioliamo la torta e amalgamiamola con la marmellata di limoni, ottenendo così un impasto sodo simile alla pasta frolla. Formiamo delle palline della grandezza di una noce e mettiamole per un’oretta nel congelatore; trascorso il tempo, infilziamole con uno spiedino e immergiamole nella glassa. Mettiamo ad asciugare le palline di torta e nel frattempo prepariamo le decorazioni. Formiamo dei rotolini di pasta di zucchero della lunghezza di circa 3 cm, tre per ape, e dei pallini grandi come una pulce per gli occhi. Applichiamo le decorazioni e completiamo con le scaglie di mandorle al posto delle ali. Basta! Adesso non resta che mangiarle, ma dopo tutta questa fatica quasi dispiace!!!

 

 

 

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest Color Food di Donatella del blog Fior di Rosmarino, ovviamente per la categoria Giallo!

 

 

Ma non è finita! Con queste api partecipiamo anche al contest cake-pop-sei-il-primo-contest-di-unaltra-fetta-di-torta della blogger Laura di Un'altra fetta di torta! 

 

SPAGHETTI DI GRANO SARACENO CON BOTTARGA, SCALOGNO E ZAFFERANO

dscn12961

RICETTA fusionalmente offerta da PANDIZENZERO

Io quando vado in giro per supermercati divento scema, mi trasformo tipo.

Hai presente i bambini alle giostre? Gli adolescenti ad Amsterdam? Emilio Fede ad Arcore? Ecco, io prendo le sembianze di uno di questi (scegliete voi quello che preferite) e comincio a vagare per i reparti alla ricerca di cose, cose colorate, cose nuove, cose profumate, spintonando le casalinghe in ciabatte e le vecchie col carrello anti-sciatica come se non avessi mai tempo, come se i prodotti sugli scaffali dovessero finire da un momento all'altro, presa dalla frenesia dell'acquisto a tutti i costi.

Anche i negozi di abbigliamento, borse, scarpe mi causano lo stesso effetto, ma è decisamente più blando, tant'è che  quando vado a fare shopping spesso sono sola, perchè so di non aver bisogno di assistenza psicologica, di un tutor che mi trattenga per la maglietta o mi scrolli le spalle riportandomi alla realtà, qualcuno che mi gridi "Federica vuoi lasciare il collo della signora dato che di marmelleta alle prugne e mosto cotto al caramello ce ne sono almeno altri 30 barattoli"?

Sicchè quando un paio di settimane fa siamo entrai in un negozio all'ingrosso che vende prodotti per la cucina nippo-cinese ero spavalda, molto tranquilla, assolutamente sicura che niente e nessuno avrebbero potuto scatenare il mostro compratore che è in me. Ma mi sbagliavo.

Ho pensato, figurati in un negozio che vende ciottoli per il sushi, bacchette di legno, qualche tagliere cosa potrei mai voler comprare……Oh, se vi dico TUTTO ci credete?

Dopo venti minuti che eravamo lì (ecco, menomale ero in compagnia…) m'ero completamente dimenticata del regalo da acquistare al caro chez-sbardè e vagavo come un'isterica da uno scaffale all'altro, toccando tazzine in ghisa, teiere di ceramica, confezioni di noodles, riso, salsa di soia. Roba da ricovero, con la commessa che con una mano cercava di calmarmi e con l'altra chiamava il 118.

Vabbè, per farla breve, al nostro delizioso foodfriend abbiamo comprato un bento, un set di tovagliette e bacchette ed un cestello di bambù, mentre per me una confezione di noodles, delle bacchette, una ciotola, un piattino e degli spaghetti soba al grano saraceno, protagonisti di questa spettacolare ricetta.

Non è immodestia badate bene, semplicemente questo piatto mi ha piacevolmente sorpresa, non l'avevo mai cucinato, ho voluto tentare e devo dire che mi ha soddisfatto tantissimo.

Con questa ricetta partecipo al contest della dolcissima Elena di Nella cucina di Ely, dal titolo Un insolito compleanno, nella categoria Ricette a base di pesce:

Gli INGREDIENTI per 2 persone sono:

  • 1 confezione di spaghetti soba al grano saraceno
  • bottarga di muggine (non preciso la quantità perchè dipende dal gusto personale)
  • 40 gr di burro
  • 1 bustina di zafferano
  • una manciata di scalogno disidratato
  • sale grosso

Mettete a scaldare dell'acqua salata, quindi quando sarà giunta a bollore calate gli spaghetti. Tempo pochi minuti e saranno pronti, scolateli e deponeteli in una scodella nella quale avrete adagiato precedentemente un tocchetto di burro.

Mescolate facendo sciogliere il burro ed insaporire la pasta, quindi aggiungete lo zafferano e lo scalogno disidratato, infine grattugiate la bottarga sulla pasta.

Continuate a mescolare fino a che non avrete amalgamato il tutto e godetene.

Buon Appetito!!